Archivio

Nasce “Postailbullo”. Un progetto per contrastare bullismo e pornografia

Il Comune di Misterbianco al fine di contrastare il fenomeno sempre più diffuso del bullismo e della pornografia nelle scuole, ha ideato un progetto noto come il “Postailbullo”. Tale interessante iniziativa è conseguenza delle diverse segnalazioni pervenute ai servizi sociali del comune di Misterbianco, di cui si è tempestivamente interessato Marco Corsaro, vice sindaco nonché assessore ai Servizi sociali.
Per fronteggiare il problema l’assessore Corsaro ha di recente riunito i dirigenti e i delegati degli istituti scolastici sul territorio, il capo settore dei servizi sociali del comune dott. Pinella Di Pietro, il rappresentante della cooperativa Marianella Garçia e dell’Istituto Eden School che fanno parte dell’osservatorio d’area per il disagio e la dispersione scolastica, e soprattutto chi istituzionalmente si occupa di questi problemi come il dirigente del compartimento della Polizia postale della Sicilia orientale dott. Marcello la Bella, il luogotenente Caliri in rappresentanza della tenenza dei Carabinieri di Misterbianco ed il comandante della polizia municipale Antonino Di Stefano, presenti inoltre l’assessore alla P.I. Santo Mancuso ed allo Sport Federico Lupo.

Marco Corsaro ha dichiarato: “Un momento di confronto importante da cui partiamo per varare una delibera di giunta che permetta la divulgazione di linee guida operative per la tutela dei minori affinché si avviino le azioni di prevenzione e di contrasto del fenomeno attraverso anche una opportuna formazione anche dei docenti delle scuole.”

Cettina La Fata

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto