Archivio

Notte dei musei. Lunga coda alle Terme Achilleane e Castello Ursino pieno, ma senza fila

Catania. Discreto successo per La Notte dei Musei 2015 a Catania, con il capoluogo etneo affollato da catanesi e turisti di tutte le età, desiderosi di riscoprire quei lati culturali della città poco conosciuti, spesso perchè non accessibili gratuitamente.

Complice il forte vento, non si sono registrate le folle ingestibili dell’ultima iniziativa, ma probabilmente ciò ha reso più snello e fruibile il patrimonio culturale della città. La nostra redazione si è calata nella parte del visitatore ed ha provato a godere di alcuni dei musei aperti al pubblico dalle 19:00 all’1:00.

Il nostro tour è iniziato al Castello Ursino intorno alle 21:30, dove a sorpresa non abbiamo trovato le centinaia di metri di coda previsti per visitare il Castello e la mostra con le opere di Pablo Picasso. Siamo riusciti ad entrare in meno di dieci minuti e visitare il Castello e la mostra in tranquillità per oltre un’ora. L’ingresso era a pagamento, ma con biglietto ridotto a 4€. La maggior parte dei visitatori ha ammirato con vivo interesse le opere in esposizione, ma non sono mancati i commenti ironici o le polemiche di pochi: “Se raffigurava cosi le donne che amava, non oso pensare quelle che odiava!”, “mbare, è na truffa sta mostra”.

Usciti dal Castello ci siamo diretti verso piazza Duomo, con l’intenzione di visitare le Terme Achilleane e con la speranza di trovare anche li un flusso scorrevole. Non è stato cosi, invece. Circa 200 metri di fila ci hanno accolti e siamo stati informati che si entrava in gruppi di 30 e ogni visita durava almeno un quarto d’ora, con ultimo ingresso alle 00:30. A conti fatti abbiamo capito che vi erano grandi possibilità di non arrivare ad entrare e, verso le 23:30 ci siamo staccati dalla fila per cercare fortuna altrove.

Risalendo per via Vittorio Emanuele abbiamo deciso di usufruire della visita guidata al Monastero dei Benedettini, quindi abbiamo svoltato per piazza Dante e giunti all’ingresso, intorno alle 23:50, il vigilante all’ingresso ci avvertiva che stava per chiudere in quanto tutte le guide erano andate via (in effetti l’ultima visita guidata era prevista alle 23:30). Per concludere ci siamo “consolati” con la visita alla bellissima chiesa di San Nicolò l’Arena, gremita di gente per l’occasione.

Durante la serata abbiamo scattato per voi anche alcune foto, sperando di incuriosirvi e spingervi a partecipare alla prossima edizione, qualora vi siate persi questa!

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto