Archivio

Nuova campagna educativa: scacco matto alla Mafia

Da un racconto per ragazzi prende vita una nuova campagna di educazione alla legalità rivolta alle scuole di tutta Italia. Scacco matto alla Mafia” è il titolo del libro di Carolina Lo Nero, ed illustrato da Letizia Algeri, pubblicato da Navarra Editore casa editrice indipendente siciliana, da sempre attiva nell’editoria di impegno civile.

Il libro, pensato e scritto per le ragazze e i ragazzi dagli 8 ai 12 anni, racconta di una fantomatica partita a scacchi tra le squadre della Legalità, capitanata da Paolillo Buonsangue, e la squadra della Criminalità, guidata da Ester Estortrice, nipote del più potente boss della mafia. Attraverso l’espediente fantastico e il ricorso a un linguaggio semplice e ironico, il testo affronta le principali tematiche sociali e presenta i maggiori protagonisti della mafia e dell’antimafia, candidandosi come strumento didattico ideale nei percorsi di educazione alla legalità, grazie anche al corredo di schede didattiche a disposizione degli insegnanti sul sito www.scaccomattoallamafia.it.

La campagna nazionale, patrocinata dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, prevede l’adozione del testo nelle classi delle scuole primarie (quarta e quinta classe) e delle scuole secondarie di primo grado, la realizzazione di un laboratorio di legalità e quindi la messa in scena di unapartita di scacchi viventi il 23 maggio 2014, anniversario della strage di Capaci, che coinvolgerà migliaia di studenti in tutta Italia. A Palermo e in contemporanea in tutte le altre città italiane che aderiranno all’iniziativa – verrà simulata da migliaia di ragazzi la storica partita tra Stato e mafia, raccontata nel libro, per dimostrare che i giovani, se informati e consapevoli possono infliggere il definitivo Scacco Matto alla Mafia! Sono già 500 le scuole di tutta Italia che hanno aderito all’iniziativa e che riceveranno il kit didattico Scacco matto alla mafia composto da 5 copie del testo, il copione e un gioco da tavolo ispirato al libro. Anche le scuole che non rientrano nei progetti della Fondazione possono comunque aderire alla campagna, contattando direttamente la casa editrice alla mail info@scaccomattoallamafia.it. Molti sono anche i comuni siciliani che hanno aderito all’iniziativa – citiamo simbolicamente il Comune di Corleone – e che faranno dono dei kit a tutte le scuole della propria città.

“Il nostro intento – racconta l’editore Ottavio Navarra – è quello di creare un movimento d’opinione nazionale rispetto alla tematiche della legalità e contro ogni forma di atteggiamento mafioso, che culminerà il 23 maggio, attraverso un momento di rappresentazione unitaria dei messaggi antimafiosi condivisi da tutti gli studenti italiani. La campagna avrà sin da subito un suo luogo di incontro e discussione privilegiato sul web, sul sito dedicato al progetto www.scaccomattoallamafia.it e sulla pagina facebook collegata, canali attraverso cui si daranno tempestivi aggiornamenti sullo sviluppo della campagna e approfondimenti sui temi trattati, e soprattutto si documenterà il lavoro svolto in tutta Italia nelle scuole e nelle associazioni con reportage e fotografie, per creare una comunità attiva e vivace attorno al progetto”.

(da www.lagazzettapalermitana.it) 

In alto