Archivio

Oasi del Simeto diventi la nuova Vendicari. La nota del consigliere comunale Parisi

Oasi del Simeto

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

L’Oasi del Simeto e l’area della pre riserva (la cosidetta “zona B”) sono abbandonate da troppi anni. Di chi è la colpa? Sicuramente delle istituzioni e di qualche ambientalista troppo zelante. In questo contesto è facile puntare il dito contro le case (e coloro che ci abitano) sparse per il sito. Però è opportuno ricordare che alcuni immobili sono stati realizzati molto prima che questo territorio fosse dichiarato oasi. Alcuni proprietari hanno anche avuto condanne per aver costruito abusivamente e, successivamente , hanno pagato le varie sanatorie per mettersi in regola. Oggi pagano le tasse perché le bollette arrivano puntuali a tutte quelle case dotate di indirizzo specifico e numero civico. E allora cosa fare se le istituzioni impediscono qualunque manutenzione ai proprietari (e anche la salvaguardia dell’ambiente circostante ) oltre alla possibilità di mantenere pulito a proprie spese il verde, le spiagge e le strade come avviane in qualunque altro condominio catanese? Il divieti per la salvaguardia della fauna sicuramente ci devono essere ma vanno applicati valutando la situazione di Oasi e pre-Oasi in tutti i suoi aspetti. La mia proposta è quindi quella di dare vita ad una serie di protocolli di collaborazione con i residenti della zona coinvolgendoli in un progetto di rivalutare di questa parte della città. Un trampolino di lancio per un’area che potrebbe diventare la nuova Vendicari di  Catania. La carenza di dialogo, da parte degli organi competenti, ha portato a quei risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti. La commissione consiliare all’Ambiente ha fatto bene a mettere in evidenza disagi e problemi della zona. Ora bisogna rimboccarsi le maniche e trovare soluzioni percorribili perché la salvaguardia delle “uova di zanzare” non serve a nessuno. Serve, invece, il giusto equilibrio tra residenti-proprietari e le istituzioni. Rivalutazione del territorio e maggiore collaborazione può significare maggiori entrate per il comune e soprattutto riconsegnare alla cittadinanza un territorio bellissimo e finalmente vivibile. E’ fondamentale quindi che i proprietari vengano messi nelle migliori condizioni per mantenere le proprie case e il territorio che li circonda. Mentre le istituzioni devono aprirsi alla “praticità” sviluppando progetti di riqualificazione dell’area di immediata attuazione.

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE BILANCIO

Vincenzo Parisi 

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

???????????????????????????????

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto