Archivio

Operazione “Argo”: in arresto 6 cittadini catanesi ed un albanese

Diversi cittadini catanesi e un cittadino albanese sono stati arrestati a seguito di un’operazione, denominata “Argo”, che ha fatto luce su una su una serie di rapine consumatesi nel ravennate nel 2014.
Il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Ravenna nell’estate scorsa ha avviato un’attività di indagine a seguito di due  violente rapine perpetrate il 30 giugno 2014, presso la gioielleria “Barbieri” di Ravenna e il 21 luglio 2014, presso la gioielleria “Montanari e Felloni” di Alfonsine (RA).
Nella rapina consumata presso la gioielleria Barbieri erano stati asportati 6 kg. di gioielli in oro, per un valore complessivo di circa 200.000 euro. L’attività investigativa intrapresa ha consentito il recupero dell’intera refurtiva nella città di Catania e la restituzione al legittimo proprietario.
Nella rapina presso la oreficeria di Alfonsine, è stata asportata invece la somma di 1.800 euro.
Nelle due rapine gli autori erano armati di pistole giocattolo, andate in frantumi durante l’aggressione agli orefici.
Per queste due rapine è stata emessa ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita il 20/09/2015, nei confronti di tre catanesi:

  • Marcello Giannini, nato a Catania in data 16/02/1967;
  • Carmelo Di Mauro, nato a Catania in data 24/02/1974;
  • Alessandro Malerba, nato a Catania in data 26/03/1978.

Tutti e tre gravati da numerosi precedenti per analoghi reati.
I malviventi effettuavano le rapine con la tecnica del “buco”. L’attività del Nucleo Investigativo ha  iniziato a trovare riscontri lo scorso 2 dicembre con l’arresto in flagranza di Marcello Giannini, Carmelo Di Mauro e un altro catanese Rosario Francesco Spampinato. I tre malviventi avevano tentato di rapinare l’ufficio Postale di Villanova di Bagnacavallo (RA). Diversi accertamenti hanno permesso di trovare un quarto complice, Salvatore Comis anch’egli catanese, ritenuto colui il quale aveva provveduto a  realizzare un duplicato della chiave a doppia mappa.
Altro evento collegato alla “banda del buco” il furto avvenuto lo scorso 19 dicembre ai danni della Tabaccheria Evangelista di Ravenna, in quel caso vennero arrestati Marcello Santangelo (catanese di 49 anni) e l’albanese Paluci Flori.

@MilazzoDario

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto