Archivio

Paternò. Danneggiato il gruppo frigo del Pronto Soccorso, danno da 50mila euro

Paternò. Un assurdo episodio è emerso oggi presso l’ospedale di Paternò, dove è stato accertata la manomissione del gruppo frigo del Pronto Soccorso, dove sono state scollegate dalla sede le sonde di temperatura e bloccata la ventola, con conseguente irreparabile guasto di un compressore. Il sabotaggio è stato denunciato ai carabinieri.

«È un gesto irresponsabile, sul quale gli inquirenti sono sicuro faranno presto chiarezza – afferma il dr. Giuseppe Giammanco, direttore generale dell’Asp Catania -. La criticità è stata affrontata con prontezza e risolta nel modo più idoneo. Rimane, tuttavia, il grave danno arrecato non solo alle istituzioni e ai luoghi, ma soprattutto ai cittadini, in particolare in un servizio deputato alla gestione delle emergenze-urgenze».

Per ridurre al minimo i disagi agli utenti sono stati acquistati, con urgenza, 5 condizionatori (3 mobili e 2 fissi), non potendosi procedere, al momento, all’acquisto del dispositivo a causa della chiusura, per ferie, delle attività commerciali dei fornitori.

Il danno arrecato è di circa 50 mila euro. Sono in corso i lavori per istallare e attivare i condizionatori.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto