Eventi

Popupmarket: sabato e domenica nella Villa Pacini torna la versione Food

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

L’organizzatrice Sarah Spampinato, “Dopo il successo della prima edizione nel Porto, trasferiremo la nostra idea contemporanea del cibo da strada tradizionale catanese in una delle location che meglio hanno funzionato con il Popupmarket”. “Special guest” della due giorni dedicata al cibo sarà una delle bandiere della nazionale di rugby italiana, il catanese Andrea Lo Cicero. Raccolta fondi per il campo dei “Briganti” di Librino, solidarietà con la Croce Rossa, fotografia e laboratori per bambini della fumettista Chiara Filincieri

“Cafooddamu!”.
E’ questa, secondo gli organizzatori la parola d’ordine della seconda edizione di PopupFoodmarket – che si svolgerà sabato 11 dalle 11 del mattino a mezzanotte e domenica 12 dalle 10,30 alle 22,30 -, ossia il nuovo format della seguitissima iniziativa sostenuta dal Comune di Catania e che punta su quello che è stato definito il “Pittoresco 2.0”.
Un appuntamento all’insegna del cibo e della pallaovale, visto che “special guest” sarà una delle bandiere della nazionale di rugby italiana (103 presenze in maglia azzurra), il catanese Andrea Lo Cicero, che all’attività di allenatore alterna dal 2014 quella di conduttore televisivo con il programma di Sky “Giardini da Incubo”. Ci sarà anche un punto informativo, delle “Brigantesse”, le giocatrici di rugby di Librino, impegnate in un crowfounding per donare un prato al campo di San Teodoro, affidato dal Comune di Catania ai “Briganti”.
Le “Brigantesse” terranno inoltre dei microlaboratori di rugby per i più piccini tra le tovaglie che potranno essere stese sull’erba dai visitatori, che si presume saranno tanti.
“PopupFoodmarket – conferma l’organizzatrice Sarah Spampinato – è nato anche per volontà del sindaco di Catania Enzo Bianco in occasione della festa per la riapertura del Porto di Catania e in quell’occasione ha richiamato un incredibile numero di persone. Avevamo studiato l’appuntamento per dare l’opportunità di approcciarsi in modo contemporaneo al tradizionale cibo da strada etneo. La chiave era rappresentata dalla visione del cibo che si ha attraverso i social media, che lo hanno mutato in qualcosa da condividere, da esporre e mostrare, in un’arte. Stavolta porteremo questa nostra idea del food in una delle location che meglio hanno funzionato con il Popupmarket, la Villa Pacini, meglio nota come ‘Villa d’e varagghi’, ossia degli sbadigli, perché qui si davano appuntamento i pensionati. Con il Popupmarket però non sbadiglia nessuno”.
Catanesi e non, dunque, sabato e domenica potranno fruire degli spazi verdi della Villa Pacini per far merenda. Gli organizzatori si aspettano tante tovaglie a scacchi colorati e un’atmosfera conviviale. Da parte loro ci saranno come di consuetudine djset e live music a cura di Marilù e the Crackdown che si succederanno nel corso della due giorni.
Negli stand, chi vorrà potrà trovare dal pesce fritto agli hamburger, dalle polpette agli hot dog, dagli arancini alle insalate, dalle cipolline al bagel, dagli iris ai pancake, ce ne sarà davvero per tutti i gusti, con un’ampia scelta di leccornie anche vegane.
L’iniziativa darà come di consueto spazio alla solidarietà – con un desk di Croce Rossa Catania per donare indumenti per i migranti e cibo per le famiglie in difficoltà – e all’arte: quattro amici si racconteranno con meravigliose immagini fotografiche. Vedremo “Living in Tunisia” di Mario Valentino Romano, “Sicilian Landscapes” di Vito Carnazza, “Mercanzia” di Maria Adriana Tomaselli e “Stati d’animo” di Biagio Rivela.
Per i bambini sia sabato sia domenica ci saranno laboratori organizzati dalla fumettista Chiara Filincieri: chi parteciperà potrà realizzate con pastelli e fantasia il proprio cibo preferito.

In alto