Cronaca

Porta a Porta a Catania, la segnalazione di una lettrice: “Costretta a portare a casa i rifiuti di altri”

Catania. Dopo il nostro approfondimento sulla gestione dei rifiuti, ed in particolare del porta a porta sperimentale, nella città di Catania, arriva la segnalazione di una nostra lettrice che attraverso il nostro canale vuole esprimere il proprio disappunto per quanto le è accaduto questa mattina.

Secondo la testimonianza ieri sera la lettrice ha regolarmente uscito fuori casa il bidone con i rifiuti organici dinanzi il portone di uno dei condomini di via Canfora, dove lei risiede. Questa mattina la sorpresa: al posto dei rifiuti organici, regolarmente ritirati dagli operatori, ha trovato una busta con una bottiglia vuota di aceto balsamico ed un vasetto, anch’esso vuoto di maionese. I due contenitori, entrambi di vetro, risultano anche lavati, per cui è difficile pensare che siano stati lasciati li da un incivile di passaggio. La nostra lettrice allora si chiede:

1. Perché gli operatori ecologici lasciano i secchi aperti e non richiusi con il maniglione?

2. Perché io devo portarmi a casa la spazzatura degli altri quando se scendessi il sacchetto e non il secchio, come fa il 99 % della gente (che non rispetta il regolamento), non dovrei ora ficcare le mani nella spazzatura altrui per smistarla?

3. Chi ha gettato questo sacchetto nel mio bidone? Forse gli operatori che non lo hanno preso perchè esposto nel giorno sbagliato? Se cosi, non è grave che debba pagare io l’errore di qualcun altro?

In alto