Archivio

Portano via colonnina del distributore automatico di benzina. Individuati tre malviventi

colonnina_distributoreSan Giovanni La Punta. Una banda ben organizzata, formata da almeno 5 persone, la scorsa notte è entrata in azione presso il distributore Q8 easy di San Giovanni La punta, portando via l’intera colonnina del distributore automatico, che all’interno contiene la cassaforte con l’incasso del distributore. Lanciato l’allarme dalla telesorveglianza di Roma, sono subito giunti sul posto i carabinieri ed il proprietario della pompa di benzina, i quali, analizzando le immagini delle telecamere, sono riusciti a risalire ad una delle auto utilizzate, una Renault Clio di colore grigio. La ricerca degli autori è durata per tutta la notte e, questa mattina, i militari hanno incrociato, in via Pietro Dell’Ova a Tremestieri Etneo, un’auto sospetta con a bordo due uomini, che si allontanava velocemente da un residence. L’auto è stata bloccata, cosi come il conducente, mentre il secondo passeggero ha tentato la fuga a piedi, ma è stato bloccato poco dopo. Successivamente, rinvenendo nell’auto la cassaforte rubata, i carabinieri hanno ispezionato i garage del complesso residenziale da dov’era uscita l’auto, notando davanti ad uno di essi tracce del trascinamento dell’intera colonnina automatica. Alzando la saracinesca, rimasta socchiusa, gli investigatori hanno altresì recuperato il telaio della cassa ed alcuni attrezzi che erano serviti per asportarne  lo scrigno-blindato in essa contenuto e caricato sull’auto. Identificato il proprietario  del garage, abitante nello stesso complesso, si è provveduto a perquisirgli l’abitazione dove sono state trovate le chiavi della famosa Renault Clio parcheggiata a pochi metri dall’ingresso del residence. L’auto, restituita alla legittima proprietaria, le era stata rubata pochi giorni fa a San Giovanni La Punta. La refurtiva, circa 6.000 gli euro contenuti nella cassa automatica, dopo gli adempimenti di rito sarà restituita al proprietario del distributore. Furto aggravato in concorso e ricettazione i reati contestati ai tre arrestati,  il 28enne CAMPISI Salvatore Andrea, il 48enne BALSAMO Stefano e il 43enne G.D., tutti catanesi, momentaneamente relegati ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.  Sono attive le ricerche degli altri componenti della banda.

 

In alto