Sport

Calcio, l’Adrano batte il Città di Mascalucia e conquista la salvezza. Pulia: “Cediamo la squadra”

Adrano. Nonostante le mille vicissitudini stagionali l’Adrano Calcio 1922 centra l’obiettivo della salvezza con due giornate di anticipo. Allo stadio Dell’Etna la squadra del tecnico Giovanni La Mela ha sconfitto 2-1 il Città di Mascalucia in una partita dai due volti. Il primo tempo, a parte i primi e gli ultimi 5 minuti ha dato soltanto noia ai presenti: l’Adrano sfiora il gol con Meta e poi si ritrova in svantaggio grazie al gol di Malaponte che coglie di sorpresa difesa e portiere locali. Negli ultimi minuti del primo tempo il bel gol del giovanissimo Cavallaro (classe 2000) riporta in parità il punteggio. Il riposo è giovato ai locali che scendono in campo con maggiore determinazione e costruiscono numerose palle gol, la prima delle quali porta in vantaggio l’Adrano grazie ad un gol di Romano sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

A fine gara c’è tanta soddisfazione in casa Adrano, tanto nei giocatori quanto nella società, ma ai nostri microfoni il presidente Dario Pulia, dopo i ringraziamenti del caso annuncia la decisione di cedere il titolo, anche a titolo gratuito, a imprenditori locali. Se ciò non dovesse avvenire l’Adrano Calcio 1922 potrebbe rischiare di non iscriversi nella stagione 2016/2017. Finirà dunque quel sogno partito dalla Terza Categoria e che ha visto la tifoseria diventare dirigenza e portare con tre promozioni consecutive la squadra fino al campionato di Promozione. Il futuro dell’Adrano da oggi si arricchisce di incognite.

Soddisfatto anche il tecnico Giovanni La Mela, rientrato in staff a campionato iniziato e portando la squadra da un punto in classifica ai 29 odierni. L’allenatore ha sottolineato l’impegno di tutti i giocatori ringraziando tutti coloro che da inizio stagione hanno contribuito a questo risultato.


ADRANO CALCIO – CITTA’ DI MASCALUCIA 2-1

ADRANO. Galvagno, Stancampiano (21′ st Pappalardo), Romano, Compagnone, Quaceci, Teriaca, Cavallaro, Longo, Meta, Campilongo, Reina (18′ st Arena).
A disp. Bellissimo, Pesce, Arona, Plumari, Santangelo. All. La Mela;

CITTA’ DI MASCALUCIA. Spina, Richichi, Di Mauro, Benivegna, Vitale, Amoroso, Billa (2′ Arcidiacono, 30′ st Scalia), Di Mauro, Malaponte, Scuto, Villaggio (18′ st Cappadonna).
A disp. Corallo, Pontorno, Guzzardi, Leanza. All. Marino;

ARBITRO. Davide Barozzi della sezione di Rovereto;

NOTE. Calcio d’inizio ore 16:00, splendida giornata primaverile allo stadio Dell’Etna di Adrano. Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Cesare Maldini.

RETI. Malaponte 2′ (CM), Cavallaro 43′ (A), Romano 3′ st (A)

PARTITA INIZIATA ALLE 16:08.

2′ Meta a due passi dalla porta spara alto e spreca una ghiotta occasione.

2′ Nell’azione che ne è seguita Malaponte in volata coglie di sorpresa Galvagno con un pallonetto, ospiti in vantaggio.

30′ Partita povera di emozioni al dell’Etna.

33′ Punizione a girare di Campilongo che finisce di poco a lato.

43′ Pareggio dell’Adrano con Cavallaro, abile a sfruttare un cross partito dalla destra.

46′ Fine primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ripresa iniziata alle 17:09.

3′ Corner per l’Adrano dalla sinistra, Campilongo imbecca Romano che insacca e porta in vantaggio i suoi.

9′ Splendida conclusione di Longo che angola bene dal limite dell’area, pallone fuori di un soffio.

10′ Campilongo dai 30 metri tenta la conclusione, Spina è ben piazzato.

22′ Meta recupera palla in area avversaria, mette al centro per Campilongo; quest’ultimo appoggia ad Arena, tiro di poco alto.

27′ Longo stoppa il pallone in area e tira, il palo gli nega la gioia del gol.

28′ Gioco fermo per due minuti a causa di uno scontro tra Cavallaro e Arcidiacono. I due per fortuna si rialzano, ma per il giocatore ospite è necessaria la sostituzione.

35′ Arena in volata supera due difensori e tenta di superare il portiere, il suo colpo di testa viene bloccato da Spina.

38′ Scuto cerca il pareggio con una punizione dalla distanza, ma spedisce il pallone alto.

50′ Triplice fischio dell’arbitro, l’Adrano vince 2-1.

 

 

In alto