Archivio

Rapinano turisti abruzzesi lungo l’Asse dei Servizi: arrestati

La Squadra Mobile ha tratto in arresto Francesco Ferlito, classe 1978 e N. V. (classe 1998), in quanto responsabili, in concorso tra loro e con altri complici in fase di identificazione, dei reati di tentata rapina aggravata e rapina aggravata in danno di passeggeri a bordo di autovetture in transito.
Nel pomeriggio del 23 luglio personale della Sezione “Contrasto al crimine Diffuso”, a seguito di una segnalazione in merito ad una rapina in danno di turisti, si è recato lungo la rampa d’accesso che dall’Asse dei servizi immette alla Tangenziale ovest di Catania.
La rapina è sta consumata con la seguente tecnica: un veicolo, una Fiat 500 di colore giallo, arrestandosi bloccava le auto che lo seguivano e un altro veicolo rapinava le macchine costrette a fermarsi. Nello specifico i malviventi hanno prima tentato di rapinare una donna, tuttavia, visto le resistenze, i due malviventi hanno rimediato su un’altra auto. I due sono riusciti  ad impossessarsi di una borsa che una signora teneva sulle proprie gambe, il tutto grazie anche ad una gomitata portata a segno dal malviventi ai danni della donna.
Una volta compiuti la rapina i malviventi si sono dileguati a bordo di uno scooter insieme con i complici della Fiat 500.
Una volta intercettata l’auto dai poliziotti i malviventi hanno aumentato l’andatura, sforzo inutile visto che in breve sono stati raggiunti e bloccati dalla pattuglia.
Il Ferlito è stato trovato in possesso di 165 €, suddivise in tre banconote da 50 €, una da 10 ed una da 5, così come segnalato dalla Sala Operativa quale provento della rapina. I due malviventi sono stati accompagnati in ufficio per valutare la loro posizione. Qui sono stati riconosciuti con estrema certezza dalle loro vittime le quali hanno segnalato N.V. come colui che aveva dapprima tentato di impossessarsi della borsa della prima vittima non riuscendoci, rimediando poi sulla seconda auto, mentre il Ferlito è stato riconosciuto come colui che conduceva lo scooter.
I due giovani, che annoverano pregiudizi per reati contro il patrimonio, sono stati dichiarati in arresto e posti a disposizione delle competenti Autorità Giudiziarie
Il provento della rapina è stato interamente riconsegnato all’avente diritto, ovvero una turista abruzzese.

@MilazzoDario

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto