Cronaca

Ricercatore catanese brevetta il tappo del futuro

Cristian-Fioriglio-2

Biotappo_Cristian ForiglioCatania. Compirà tra qualche giorno 34 anni Cristian Fioriglio, il biologo catanese che ha depositato presso il Ministero dello Sviluppo Economico il brevetto del “BIOTAPPO”, ovvero un tappo per bottiglie di plastica in grado di rivelare se le stesse sono state esposte a temperature superiori a quelle limite per i contenitori in plastica.

Uno studio della University of Cincinnati (USA) infatti ha dimostrato che l’esposizione di bottiglie di plastica, vecchie e nuove, con della semplice acqua bollente aumenta di circa 55 volte il rilascio di Bisfenolo A, un composto organico in grado di imitare il comportamento di alcuni estrogeni (i principali ormoni sessuali femminili). Il dato più sorprendente emerso dalla ricerca è che anche a distanza di sei/sette anni dalla loro produzione, le bottiglie di plastica rilasciano lo stesso ammontare di BPA rispetto ai contenitori appena prodotti: dunque maggiore è il calore sviluppato, maggiori sono i quantitativi di BPA rilasciati dai policarbonati che costituiscono la bottiglia.

Dati allarmanti non hanno fatto “dormire” il dott. Cristian Fioriglio, dipendente della Polizia di Stato in forza all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Catania. Fioriglio ha verificato l’effetto prodotto dalle elevate temperature sul PET simulando quanto accade durante il trasporto e lo stoccaggio dell’acqua in bottiglia prima della vendita. Sono state analizzate le bottiglie in PET di 5 differenti acque minerali in commercio. E’ stata valutata anche la capacità di cessione del PET seguendo le linee guida stabilite dal Regolamento (UE) N. 10/2011 del 14 gennaio 2011. Da ogni bottiglia è stato prelevato un campione di uguale dimensione, peso e spessore. I campioni prima sottoposti ad una stufa, sono stati successivamente incubati a 40°C, 50°C e 75°C. Dopo 3 e 7 giorni di incubazione i campioni sono stati di nuovo pesati e analizzati al durometro per verificarne lo spessore.

L’esposizione per molti giorni a temperature elevate ha comportato la riduzione del peso e l’assottigliamento del PET, in queste condizioni di patito stress termico, tutti i campioni hanno dimostrato di assorbire una percentuale di tale miscela.

Il BIOTAPPO è nato in alcuni laboratori privati catanesi e permetterà attraverso il semplice cambiamento di colore del tappo,  di rassicurare il consumatore riguardo l’integrità del prodotto al 100 %, come scritto in etichetta. Si potranno cosi superare i dubbi riguardanti il trasporto e lo stoccaggio delle acque in bottiglie di PET prima che vengano messe in commercio:

Lo scopo dell’invenzione – dice il dottor Fioriglio – è quello di superare questi inconvenienti indicando un contenitore comprendente almeno una porzione che, al raggiungimento di una determinata temperatura, subisca un cambiamento irreversibile percepibile da un utilizzatore del contenitore. Pertanto con il BIOTAPPO si permette al consumatore, guardando l’esterno della confezione, di avere la garanzia di acquistare un alimento salubre oppure di essere di fronte a un potenziale alimento pericoloso. Con la collaborazione di un’azienda del Nord Italia specializzata su vernici speciali, si è riusciti ad ottenere una vernice cangiante irreversibilmente ad una “data” temperatura critica, quale temperatura registrata e ritenuta pericolosa durante i campionamenti effettuati. Presso un’azienda locale si è avuta la possibilità di creare un prototipo di BioTappo totalmente trasparente che permettesse di distinguere il colore della vernice istantaneamente al consumatore in modo da verificare se l’alimento contenuto all’interno avesse viaggiato per lungo tempo ad esposizioni critiche di temperature tali da compromettere la salubrità e pertanto attentando indirettamente alla salute del consumatore”, conclude Cristian Fioriglio.

La scoperta sarà ufficializzata a settembre con una conferenza stampa ufficiale, per chi volesse ulteriori informazioni potrà consultare il sito http://haccpbio.com/ e/o scrivere una e-mail [email protected]

Gianluca P.

 

 

 

 

 

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto