Cronaca

Rifiuti a Catania, anche in consiglio comunale si chiede l’istituzione di un osservatorio

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa diffusa dall’Associazione Rifiuti Zero Sicilia. 

CATANIA – L’affidamento e la gestione dei rifiuti nel comune di Catania sono state al centro del dibattito della seduta straordinaria del Consiglio Comunale di Catania del 29 ottobre u.s..

Considerata l’importanza dell’ordine del giorno, una rappresentanza dell’Associazione “Rifiuti Zero Sicilia” era presente per ascoltare consiglieri e amministrazione sullo scottante tema, per le evidenti criticità che la gestione della raccolta e dello smaltimento continuano a mostrare anche dopo il nuovo affidamento del servizio, che risale a oltre un mese fa.

Tra gli interessanti interventi ascoltati durante l’assise comunale è stato apprezzato quello del consigliere Manfredi Zammataro che ha manifestato, tra i vari passaggi, l’importanza dell’istituzione dell’Osservatorio.

Gradita anche la risposta dell’assessore Fabio Cantarella che ha informato i consiglieri delle proposte avanzate dal terzo settore all’amministrazione, comunicando che gli uffici stanno già lavorando per attuare la proposta di istituzione di un osservatorio avanzata dall’Associazione Rifiuti Zero Sicilia nello scorso mese di settembre. In quell’occasione, è stato chiesto alla giunta Pogliese la convocazione di un tavolo di concertazione aperto a tutti i soggetti pubblici, privati e ai rappresentanti di interessi collegati al ciclo dei rifiuti, per approfondire la questione. Gli uffici dell’ecologia, dopo un incontro cordiale con la dott.ssa Riguccio, hanno tra le mani una bozza di regolamento dell’istituendo Osservatorio messa a disposizione dalla presidente di Rifiuti Zero Sicilia Manuela Leone e dal referente territoriale di Catania Daniele Drago.

Rifiuti Zero Sicilia, ribadisce la propria disponibilità a contribuire al tavolo con un apporto fattivo, anche dettato dalla specifica esperienza maturata.

“Ci auguriamo che tutto il Consiglio Comunale, i dirigenti dell’Ecologia e l’amministrazione concretizzino al più presto l’istituzione dell’Osservatorio – commentano Leone e Drago. È importante che i rappresentanti dei cittadini di Catania si facciano portavoce del pensiero delle associazioni. C’è la necessità di compiere passi importanti per cambiare marcia nella gestione dei rifiuti a Catania e compiere scelte importanti.  Si è già perso tanto tempo e ascoltare i vari portatori d’interessi può essere utile per tutta la città. Noi siamo ancora una volta pronti a collaborare, ma anche a vigilare: l’incremento della raccolta differenziata è la priorità assoluta.

“Facciamo appello nuovamente a tutte le associazioni del territorio che si occupano di rifiuti – concludono– affinché si interessino della questione e condividano insieme a noi questo ambizioso percorso”

 

foto di repertorio

In alto