Politica

Rifiuti. Pagano: “ Crocetta non faccia dell’isola una discarica a cielo aperto”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

La gestione dei rifiuti è il più grosso problema che un amministratore, dall’Assessore del più piccolo comune a quello della più grande Regione d’Italia, si trova a dover affrontare.  La presenza dei rifiuti è, certamente, frutto della mancanza di senso civico e culturale che  rende le strade una discarica a cielo aperto. Ma è ancor più vero che la situazione è fortemente aggravata dal servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti che proprio non funziona. Le altre Regioni non hanno nulla in più della nostra, solo un Presidente che sa far funzionare bene le cose. Interviene cosi, l’On. Alessandro Pagano, a poche ore dalla scadenza del termine entro il quale il Presidente Crocetta avrebbe dovuto siglare gli accordi con le altre Regioni per pianificare in modo coordinato il trasferimento di rifiuti che non si riesce a smaltire in Sicilia. Quello che ancora non è chiaro al Presidente Crocetta è che i rifiuti cosi continuando non possono che crescere- ed in proporzione anche il degrado per le strade- facendo cosi lievitare i costi a dismisura e di conseguenza le tasse.  Non Gli basta aver reso la Sicilia lo zimbello dello stivale, vuol renderla sempre meno governabile e sempre più degradata. I rifiuti solidi devono essere trasformati! La tecnologia che consente la conversione dei rifiuti in energia è ormai matura. Nelle altre regioni d’Italia esistono già gli impianti attivi e i siti che funzionano da trasformatori energetici convertendo i gas ricavati dai rifiuti in energia elettrica, riducendo i rischi per l’ambiente. Importare i modelli positivi di può. Lo si vuole anche ?!- ha concluso il componente della Commissione Giustizia Alessandro Pagano

In alto