Eventi

Rifiuti Zero Sicilia for World Cleanup day 2018

Rifiuti Zero Sicilia for World Cleanup day 2018” è l’evento  di sabato 15 settembre 2018 che si svolgerà in tre sedi, a Montelepre (PA), Augusta(SR) e  Biancavilla (CT) di educazione ambientale, pulizia, passeggiata ecologica, in contemporanea agli altri eventi indetti dal movimento internazionale Let’s do it World, nato in Estonia nel 2008 e diffusosi in un centinaio di paesi nel mondo (http://www.letsdoititaly.org).

A Biancavilla, s’è scelto di concentrare l’attività (h.9-13) nei pressi di piazza Beato Pino Puglisi, il belvedere sulla valle del Simeto. L’occasione potrebbe assumere una connotazione simbolica per la vicenda che nemmeno a 3 km a sud in linea d’area, sta coinvolgendo l’area agricola di Piano Rinazze, probabile sede di un futuro mega impianto di biodigestione anaerobica della frazione umida della raccolta differenziata e di un altro impianto per il trattamento dei rifiuti solidi urbani ai fini di produzione di energia elettrica.

Il destino del centro etneo è storicamente legato alla valle ed al fiume Simeto, dai quali quale ha attinto le principali risorse per il sostentamento dei suoi abitanti e in tempi moderni anche per l’insediamento di realtà imprenditoriali che con i prodotti di qualità dell’agricoltura hanno saputo conquistare i mercati italiani e stranieri.

Al di là delle dinamiche di espansione urbanistica che han relegato questa piazza ad area marginale, preda talvolta di azioni vandaliche e di abbandono di rifiuti, e dell’incuria dell’area rurale sottostante, ove pur si scorge la storia della saggia utilizzazione delle acque di fonte alimentanti un sistema di mulini di cui restano solo i ruderi,  nei mesi scorsi la cittadinanza biancavillese ha dato  segni incoraggianti di ripresa della memoria storica locale e siciliana, culminati con la recente intitolazione della piazza al beato Pino Puglisi.

Chissà se  dal proporsi di questi eventi possa  prendere forza una progettualità comunitaria improntata alla solidarietà sociale  ed alla ricerca dell’armonia con le risorse del creato (la proposta valoriale dell’associazione internazionale Rifiuti Zero è coerentemente allineata a questa visione).

Oltretutto la coincidenza dell’inizio dell’anno scolastico, potrebbe esser propizia per lanciare alle autorità  la proposta di una co-progettualità  così da aggiungere alle tre “e”  di equità, economia, ambiente (environment in inglese) inerenti il concetto  di sviluppo sostenibile, la “e” di  *education e la “i” di *istruzione.

 *Declaration on Education and Research for Sustainable and Responsible Development siglata a Torino in data 19 maggio 2009 a conclusione del c.d. G 8 University Summit; ed anche Convenzione Unesco sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali (ratificata con legge 19 febbraio 2007 n.19), la quale dispone che “la protezione, la promozione e la conservazione della diversità culturale sono una condizione essenziale per uno sviluppo sostenibile a beneficio delle generazioni presenti e future”;

*  F. FRACCHIA, Il sistema educativo di istruzione e formazione.

Pietro Benina, referente dell’Associazione Rifiuti Zero Sicilia per l’evento  “World Cleanup day 2018”

In alto