Archivio

Rilancio e sviluppo dei festeggiamenti agatini del 17 agosto

Dopo la nomina di Francesco Marano a Presidente del nuovo comitato per la festa di S. Agata, è stata risollevata la questione legata al mancato rilancio e consolidamento ai fini turistici dei festeggiamenti agatini del 17 agosto.Un evento molto seguito dai cittadini ma anche dai numerosi turisti provenienti da tutto il mondo.

In merito a ciò, il consigliere comunale Anastasi ha dichiarato: “Appena mi sono insediato ho lanciato la proposta nettamente costruttiva di arricchire questo momento con mostre, cineforum, esposizioni e persino una notte bianca ma nessuno ha colto l’occasione. Il motivo?Questa Amministrazione Comunale con una città metropolitana ricca di tradizioni e di innumerevoli risorse culturali,tipicamente a forte trazione turistica e commerciale, si comporta come se gestisse una cittadina industriale pronta a svuotarsi durante ferragosto. Perché non utilizzare quindi i giorni precedenti al 17 Agosto con eventi correlati a Sant’Agata? Si potrebbe cominciare con dei cineforum in piazza Università: la visione continua di documentari e film che riguarderebbero anche figure di forte attrattiva culturale nazionale quali VERGA e BELLINI oppure la città di Catania e l’Etna attraverso vecchi filmati in bianco e nero dell’Istituto Luce. Non solo, l’amministrazione comunale, di concerto con le associazioni di categoria, potrebbe dar luogo per quella data ad una notte bianca con negozi,musei,biblioteche e luoghi d’interesse turistico aperti al pubblico. Insomma basterebbe poco a creare un vero e proprio “Ferragosto Catanese”, una tappa fissa, tipica ed a forte attrattiva per il turismo isolano. Invece ancora oggi non è stato fatto nulla. Pertanto invito un giovane catanese come Marano a cogliere immediatamente quest’occasione dimostrando, di concerto con la Giunta Comunale, di portare reale innovazione a tutta la festa di Sant’Agata e l’improcrastinabile sviluppo pertinente di cui Catania necessita urgentemente”.

Cettina La Fata

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto