- La Gazzetta Catanese - http://www.lagazzettacatanese.it -

S.C Adrano overtime fatale nel derby col Gravina

La squadra di coach Bonanno ricuce due volte il vantaggio esterno in doppia cifra, e impatta la partita a un decimo dalla fine grazie all’istinto di Dario Bascetta. Supplementare segnato dalle bombe mortifere di Florio.

Derby etneo crocevia della stagione di entrambe le squadre: in ballo la salvezza adranita e  le ambizioni play-off della formazione di Marchesano. Inizio partita frenetico dalle basse percentuali al tiro,  nel segno di Abdul (12 punti), mentre Gravina risponde con il talento bidimensionale di Santonocito che segna da fuori e da sotto mandando a farfalle Ampomah, assistito da Florio. Il secondo quarto vede prevalere il gioco più efficace del Gravina che va al riposo lungo sul +6 grazie al 67% da 2 ancora grazie a Santonocito, coadiuvato da Renna, Alì e persino dal baby Privitera. L’attacco adranita comincia a faticare più del lecito 29% da due, fino a bloccarsi nei minuti prossimi all’intervallo lungo e fino alla bomba di Florio del 55-40 ospite. A questo punto Abdul innesca la furente reazione della Distefano Trasporti, 16 punti per lui oltre ai 6 di Alescio e i 7 di “bomberone” Leanza; nota negativa il quarto fallo di Ampomah e l’implacabile Florio che impatta sul pari 64 allo scadere. Ultimo quarto con Adrano 0/8 da tre, che galleggia per la grande sostanza di  Ampomah, 9 punti e tre rimbalzi, mentre il Gravina si affida ad Arena che spacca letteralmente la difesa fino al canestro,  così quando segna il 2 più 1 su Abdul, sembra calare il sipario sulla partita; non fosse per Ampomah e il braccino corto di Renna/Florio ai liberi che permette, dopo il time-out, alla squadra di casa di rimettere in attacco a due secondi dalla fine: “airball”  raccolto  e messo a canestro a meno 1 decimo  da  Dario Bascetta.

L’overtime è “matato” dalle due bombe di Florio con l’assistenza di   Santonocito pronto a girare un sanguinosissimo rimbalzo d’attacco.

Alla fine sono 29 i punti di Florio seguito dai 20 di Santonocito e  18 pesanti come il piombo di Arena. Nell’Adrano non bastano i 42 di Abdul, i 16 di Ampomah, 9 di Leanza, 6 di Alescio.

Speranze di salvezza adranita rimandate alle prossime fondamentali partite a Giarre, e poi in casa con Cus Catania e Fortitudo Messina.

[1]