Cronaca

Sale su una sedia e minaccia il suicidio dal balcone, salvato dai carabinieri

Catania. La separazione dalla moglie, la lontananza dai figli e la perdita del lavoro gli hanno causato una crisi depressiva (seguita da uno psichiatra) che ieri poteva costargli la vita. In preda alla disperazione ha portato una sedia in balcone e salitoci sopra ha chiamato il 112 minacciando il suicidio. L’uomo, un 48enne residente in via Duca degli Abruzzi, ha trovato al telefono un Appuntato 43enne che ha aperto un dialogo con lui inviando allo stesso tempo due gazzelle e un’ambulanza in casa dell’uomo. Una telefonata di 20 minuti in cui il militare ha convinto l’uomo a desistere da quello stupido gesto e ad aprire la porta ai carabinieri che lo avrebbero potuto aiutare. Tornato in se il poveruomo ha fatto entrare in casa i militari che, rincuorandolo, hanno permesso l’intervento del personale sanitario del 118 che ne curava il trasferimento all’Ospedale Cannizzaro di Catania, dov’è tuttora ricoverato in osservazione.

In alto