Archivio

San Giovanni La Punta. Comunicati stampa elettorali attraverso l’ufficio stampa del comune. La reazione del Movimento 5 Stelle

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

E’ il caso di dirlo: anche i “grillini” nel loro piccolo s’incazzano. Si, perché nonostante il loro numero sia esiguo rispetto a quello della “concorrenza”,  i candidati del M5S con la loro lista, oltre ad un reale programma di rinnovamento, sono anche molto arrabbiati.

 “Per quanto si possano condividere poco le scelte di un amministrazione –  ci spiega Giusy Rannone candidata sindaco per il Movimento Cinque Stelle – questa è proprio da condannare senza se e senza ma”. Queste sono le dichiarazioni della portavoce dopo che l’addetta stampa del comune di San Giovanni la Punta ha inviato un comunicato stampa ufficiale con intestazione del comune per annunciare la candidatura di Nino Bellia sostenuta dal sindaco uscente. “Ma come potete arrogarvi il diritto di usare i mezzi pubblici per scopi personali – continua la Rannone – senza ritegno e senza vergogna? Eticamente questo comportamento è assurdo! – poi incalza richiamando anche l’Ordine e il primo cittadino – è questa l’etica di un professionista, cosa dice l’Ordine dei giornalisti su un simile comportamento? E cosa dire del primo cittadino che dovrebbe rivestire, visto che è ancora in carica, un profilo di imparzialità?”

Prosegue poi rivolgendosi ai cittadini puntesi “Il mio augurio è che stavolta non vi prestiate a questi giochi vecchi e usurati. Chi pensa che dando il voto all’amico o al parente, anche se una brava persona, può cambiare le cose, è tradito 2 volte. Chiedetevi a chi va effettivamente quel voto. Vi sentite rappresentati? Ha un programma efficace per il vostro comune?”

Poi invita a riflettere sul numero di liste, ben 9: “Avendo partecipato a molti consigli comunali da semplice cittadina, e constatando purtroppo la poca partecipazione, per non dire che non si vede mai nessuno, mi chiedo come mai tanta partecipazione alla campagna elettorale? Non è chiaro il gioco di portare quanta più gente possibile al fine di avere quante più poltrone? Volete essere complici di questo sistema? Se così fosse, poi non vi lamentate dicendo che nulla cambia, chiedetevi piuttosto cosa state facendo voi per cambiare. Vi siete mai chiesti perché vi chiedono di candidarvi anche senza conoscervi? Se riflettiamo, sembra che non contiate granchè, se non il solo valore dei voti che portate, anche pochi non ha importanza… questo voi valete per loro, una manciata di voti!”

Infine la candidata si rivolge a chi non vota “Vi esorto a non fare l’errore di far fare ad altri la vostra scelta, uscite l’orgoglio ed il coraggio di ribellarvi a chi vi vuole sempre schiavi del potere! Esercitate il vostro voto libero, secondo coscienza, non fatevi condizionare, rialzate la testa, fatelo per voi ma sopratutto per i vostri figli, e li potrete guardare senza vergogna avendo agito per costruire un mondo più onesto senza ricatti e compromessi.”

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto