Archivio

Sbarchi in Sicilia: prima accoglienza a Catania di 1200 migranti

A cura di Ornella Fichera

La nave Bulwark della Royal Navy con a bordo 1200 migranti quasi tutti provenienti dall’Africa sub sahariana ha attraccato nel porto di Catania poco prima delle 16 di lunedì 8 giugno.
Il sindaco Enzo Bianco ha spiegato che i 1200 migranti accolti nel porto catanese saranno distribuiti su tutto il territorio nazionale, così come prevede l’accordo firmato dall’allora ministro Maroni nel 2011. Bianco, attuale presidente dell’ANCI, è stato anche capo della delegazione italiana del Comitato delle Regioni di Bruxelles ed ha ricordato che la prossima settimana l’Ue dovrebbe varare la norma che consente di distribuire i migranti in tutti e 28 i Paesi dell’Unione, in base al principio che chi approda sulle coste della Sicilia arriva in Europa.
Rispondendo alle domande dei giornalisti Bianco è anche tornato sulle polemiche con i governatori di alcune regioni del nord Italia: «Ritengo incomprensibili le ragioni che, proprio quando l’Italia sta per ottenere di distribuire il carico dei migranti su tutta l’Ue, spingono un ex ministro dell’Interno a lasciarsi andare ad esternazioni inutili e dannose. Considero Roberto Maroni un uomo intelligente e sono stato sinceramente dispiaciuto nel sentirgli affermare che la Lombardia non vuole ospitare nessuno e che punirà i Comuni che ricevono i migranti. Tutto ciò è insensato, illegittimo e inaccettabile. Peraltro, fu proprio Maroni nel 2011 a firmare l’intesa tra tutte le Regioni italiane, l’Anci e le Province. Pensiamo sia inammissibile che il sacrificio di accogliere i migranti debba rimanere prevalentemente sulle spalle dei Siciliani e dei Catanesi. Ecco perché come Anci, chiediamo al Governo e all’Ue di andare avanti».
Tra i migranti c’erano 117 donne, 9 delle quali in stato di gravidanza. Al momento dello sbarco sul molo erano presenti il vicesindaco Marco Consoli e l’assessore al Welfare Angelo Villari. Anche questa volta il Comune ha provveduto a consegnare i pasti e a coordinare l’azione delle associazioni di volontariato.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto