Cronaca

Sbarco del 14 aprile, fermati tre presunti scafisti

Il peschereccio, con a bordo i corpi di una trentina di uomini dell'Africa centrale, che giungera' alle 15 nel porto di Pozzallo (Ragusa), 01 luglio 2014. ANSA/ QUESTURA DI RAGUSA  ++ HO - NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Catania. In merito allo sbarco di 121 migranti partiti dalla Libia, avvenuto nella giornata di ieri al porto di Catania, la polizia ha posto in stato di fermo tre uomini, BAH MAMODOU(Guinea, cl. 1995), GINECHI MOHAMED (Marocco, cl. 1994) e SY ARONA (Gambia, cl. 1991), ritenuti componenti dell’equipaggio del gommone, di circa 10 metri, su cui viaggiavano i migranti soccorsi in alto mare nave della Guardia Costiera italiana CP 940 “Dattilo”.

Sotto il coordinamento della Procura della Repubblica etnea, gli investigatori della Squadra Mobile della Polizia di Stato e del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, con la collaborazione della locale Sezione Operativa Navale delle fiamme gialle, hanno ricostruito la dinamica del viaggio acquisendo, anche sulla scorta degli elementi raccolti dalla Guardia Costiera durante le operazioni di salvataggio, le prove necessarie all’adozione dei provvedimenti di fermo. A conclusione delle attività, i tre soggetti sono stati associati presso la locale Casa Circondariale di “Piazza Lanza” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto