Cronaca

Scoperto nuovo dinosauro da due ricercatori italiani, tra loro il catanese Alessandro Chiarenza

Catania. Un fossile proveniente dal Marocco e conservato presso il Museo Geologico e Paleontologico “Gaetano Giorgio Gemellaro” di Palermo è divenuto oggetto di studio per due ricercatori italiani: Alessandro Chiarenza, dottorando presso l’Imperial College London, e Andrea Cau del Museo Geologico e Paleontologico “Giovanni Capellini” dell’Università di Bologna.

Partendo soltanto dal grosso femore dell’animale e grazie alla comparazione con altri gruppi di dinosauri predatori i due paleontologi sono riusciti a ipotizzare che si tratti di un abelisauro (dinosauro predatore) mai descritto prima, vissuto circa 95 milioni di anni fa. Qyest’animale aveva le zampe anteriori ridottissime, più di quelle del famoso T-Rex, muso accorciato e robuste zampe posteriori (clicca qui per scaricare la pubblicazione). L’immagine allegata si riferisce ad una ricostruzione in vivo eseguita dal paleoartista Davide Bonadonna. La notizia sta già facendo il giro del mondo, specie tra gli specialisti del settore.

Alessandro_ChiarenzaAlessandro Chiarenza è un giovane e promettente ricercatore catanese (classe ’89); dopo la laurea presso l’Università di Catania ha proseguito gli studi presso l’Università di Bologna ed oggi è dottorando presso L’Imperial College di Londra. Coltiva sin da piccolo la passione per la paleontologia ed i dinosauri in particolare e negli anni passati ha partecipato anche a diverse campagne di scavi, alcune delle quali in Montana. Ad Alessandro porgo a nome mio e della redazione le più vive congratulazioni.

In alto