Cronaca

Scossone in casa SIGI: “Self cleaning” per sostituire i soggetti coinvolti nell’indagine Fake credits

Giornata calda quella odierna nelle aule del Tribunale di Catania. In mattinata, infatti, la Procura della Repubblica ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 30 persone, indagate, a vario titolo, per associazione a delinquere finalizzata alla commissione continuata di reati tributari. Tra i soggetti coinvolti, figurano anche il commercialista Antonio Paladino (in foto), la commercialista Giuseppina Licciardello ed il Signor Renato Balsamo, ovvero tre elementi dell’organigramma societario presentato dalla SIGI al momento della costituzione della stessa S.P.A interessata all’acquisto del Calcio Catania.

Chiaro che il provvedimento giudiziario ha scosso, e non poco, la serenità della SIGI che, in poco tempo, si è riunita in assemblea straordinaria nello studio dell’avvocato Ferraú, per valutare le migliori azioni correttive affinché la società, che ha visto tra i primi ideatori proprio lo studio del commercialista Paladino, possa continuare a vivere e poter prendere parte al bando d’acquisto del Calcio Catania.

Nel tardo pomeriggio, l’ufficio stampa di Futura Production ha emesso il seguente comunicato stampa al termine della riunione tenutasi tra i soci della SIGI:

La SIGI e i suoi soci si sono prontamente riuniti per affrontare la
situazione traumatica determinata dall’ordinanza cautelare che ha colpito
lo Studio dei Commercialisti che seguiva la compagine e che si era
impegnato anche a partecipare al capitale sociale.

I soci della SIGI, benché emerga chiaro, fanno rilevare di essere
completamente estranei ai fatti contestati e confermano piena fiducia
nell’operato degli inquirenti, fermo il diritto degli incolpati di essere
riconosciuti non colpevoli.

I soci della SIGI hanno deciso di mettere in atto pronta operazione di
self-cleaning e di riorganizzarsi a stretto giro anche dal punto di vista
finanziario, per poter partecipare alla gara competitiva, secondo gli
intendimenti e gli obiettivi già noti.

Pertanto, la SIGI vuole proseguire il proprio cammino che porterà alla presentazione dell’offerta d’acquisto entro le 12 del 22 Luglio ma è chiaro che, come detto dallo stesso Fabio Pagliara, quanto avvenuto oggi è una doccia fredda che scuote notevolmente una situazione che sembrava avviata verso un futuro più sereno.

In alto