Sport

Sensazioni positive per Tacopina mentre la SIGI si avvia ad uscire dal concordato

È iniziata con un aereo atterrato poco prima delle 8:30 del mattino sulla pista dell’aeroporto Fontanarossa di Catania la giornata ai piedi dell’Etna di Joe Tacopina, avvocato e manager statunitense. L’ex Presidente di Bologna e Venezia, raccogliendo l’invito formulato a metà luglio dell’amministratore unico dimissionario del Calcio Catania Gianluca Astorina, nella giornata di ieri ha trascorso diverse ore nel capoluogo etneo con lo scopo di vedere con i propri occhi lo stadio Angelo Massimino e il centro sportivo di Torre del Grifo. Proprio quest’ultimo è stato il primo luogo dove Tacopina ed il suo entourage si sono recati ed il manager americano è rimasto particolarmente impressionato dalla struttura di proprietà del Calcio Catania.

I campi di allenamento, la foresteria e tutto il centro polifunzionale hanno dato sensazioni molto positive a Tacopina che, nel dialogo informale avuto con Astorina e l’avvocato Munzone (in rappresentanza della Sigi) ha avuto parole di elogio per il centro sportivo rossazzurro.

A pranzo, Tacopina si è intrattenuto con il Dottor Nicolosi, titolare della azienda Nicolosi Trasporti (ovvero uno dei soci della Sigi) con il quale ha avuto un dialogo molto importante, come riferito dallo stesso Tacopina ai microfoni di Catanista, mentre ha chiuso il suo giro visitando lo stadio Angelo Massimino nel tardo pomeriggio. Una visita informale, quindi, che non ha lasciato spazio a dichiarazioni ufficiali, ma da ciò che sembra emergere pare che il manager americano sia rimasto molto soddisfatto di ciò che ha visto e degli incontri che ha avuto ma, come detto dallo stesso Tacopina sempre ai colleghi di Catanista, nel rispetto della SIGI non era ancora il momento di raccontare i temi affrontati.

Insomma, a quanti speravano in un esito immediato dalla visita di Tacopina a Catania rimane, forse, un pizzico di delusione ma le sensazioni ricevute dall’avvocato statunitense non chiudono la porta a qualsiasi tipo di prospettiva.

Mentre Tacopina girava per Catania, però, nella stessa giornata di ieri, altri componenti della Sigi, tra i quali l’avvocato Ferraù, il Dottor Fabio Pagliara, l’avvocato Augello e l’imprenditore Riccardo Salice, in quel di Firenze, svolgevano un interessante incontro con i vertici della Lega Pro. Da ciò che emerso pare che i vertici della SIGI abbiano ottenuto risposte positive, proponendo da par loro, la possibilità di uscire dalla procedura di concordato preventivo che la precedente proprietà aveva richiesto ed ottenuto dal Tribunale di Catania, per evitare alcune problematiche che possono compromettere l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C.

 

FONTE FOTO: ilmessaggero.it
In alto