Archivio

Servizio civile: 163 i volontari in forza alle Pro loco siciliane domani il primo step formativo a Santa venerina, sabato a Gibellina

CATANIA 15 ottobre 2015) – Prende il via domani la prima sessione di formazione per i 163 giovani volontari che in Sicilia svolgono il Servizio Civile presso 86 Pro Loco e 8 comitati provinciali Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia). Due gli appuntamenti in programma. Domani a Santa Venerina a partire dalle 9.30, presso la “Casa del Vendemmiatore”, l’incontro coinvolgerà gli 86 volontari e i presidenti delle Pro Loco delle province di Catania, Enna, Messina e Siracusa. Sabato, invece, la riunione sarà ospitata nella sala consiliare del Comune di Gibellina dove si ritroveranno i 77 giovani e i massimi responsabili delle Pro Loco della Sicilia Occidentale.

“I volontari – afferma il presidente di Unpli Sicilia, Antonino La Spina – saranno conivolti complessivamente in quattro incontri formativi. Iniziamo domani chiarendo e approfondendo le tematiche relative al funzionamento delle Pro Loco. Avvieremo – conclude – anche una prima analisi della legislazione turistica in vigore in Sicilia”.

Le altre tre giornate, per ciascuna delle due aree della Sicilia, saranno calendarizzate nei prossimi mesi: in scaletta l’approfondimento delle normative in tema di turismo, l’analisi dei flussi turistici e l’efficace utilizzo dei social network. Tema trasversale per le sessioni di formazione il progetto “La cultura delle feste e tradizioni” implementato nelle aree della Sicilia centrale, orientale e occidentale.  Nell’assolvimento di tale attività i volontari saranno impegnati nel recupero e nella catalogazione della storia, delle tradizioni, dei costumi e del folklore dei comuni coinvolti.

Nel dettaglio è previsto il recupero di foto, filmati e documenti sulle più importanti celebrazioni delle aree interessate; particolare attenzione sarà dedicata al patrimonio orale e documentale di cui spesso sono tenutari gli anziani delle singole comunità. Il progetto è finanziato dal Servizio Civile Nazionale e mira a preservare e valorizzare il patrimonio immateriale mediante la ricerca delle origini e la catalogazione delle festività e delle usanze.

Al Servizio civile prendono parte ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e 28 anni impegnati per una durata di 12 mesi (30 ore settimanali, spalmate su sei giorni lavorativi) cui spetta un assegno mensile di 433,80 euro.

Antonino La Spina (Unpli Sicilia) (3)

In alto