Cultura

Alle h.19 il via alla sesta edizione della CoPED Summer School

 Schettino, 9 giugno 2018, prende il via la sesta edizione della CoPED Summer School, scuola estiva internazionale di sviluppo locale e progettazione partecipata organizzata da University of Memphis e UMass Boston in collaborazione con il Dipartimento Ingegneria Civile e Architettura Dicar – Unict, il Presidio Partecipativo per il Patto di Fiume Simeto e tutta la comunità simetina. 
In particolare, nell’anno in cui i leader del Patto e del Presidio Partecipativo del Simeto sono chiamati a rinnovare, eventualmente ridefinendoli, i termini della propria collaborazione, è stata messa a fuoco l’importanza di dar vita a un percorso di progettazione comunitaria di dettaglio, con un focus su una azione ideata, promossa e gestita in modo collaborativo da soggetti attivi della comunità locale. I due obiettivi principali sono, quindi:

la riqualificazione di una porzione di territorio degradata ma ad alto valore storico, simbolico, funzionale e sociale, con modalità che permettano l’avanzamento delle visione di sviluppo condivisa del Patto di Fiume Simeto (agricoltura etica, acqua, mobilità sostenibile, rigenerazione culturale, urbana e rurale, energia pulita e rinnovabile, rifiuti/risorse)

il potenziamento della capacità progettuale, organizzativa, aggregativa dei soggetti impegnati a promuovere i meccanismi partecipativi del Patto di Fiume Simeto (il Presidio Partecipativo e le associazioni socie di esso).
Questi soggetti hanno individuato alte potenzialità progettuali in una porzione di territorio che ricade tra il centro abitato del comune di Santa Maria di Licodia e il tratto del fiume Simeto subito a sud di Licodia, nel territorio di Paternò. Qui vi è una peculiare concentrazione di emergenze naturalistiche e storico-architettoniche, nonché di alte criticità socio-economiche.
Lo scopo della scuola, quest’anno, è identificare un progetto – fisico e culturale – per questi luoghi che sia: largamente condiviso dalla comunita’ locale; economicamente sostenibile nel lungo periodo ma anche e finanziabile nel breve periodo; attuabile e gestibile da un soggetto comunitario che intenda compiere un passaggio da associazione di puro volontariato a impresa con finalità sociali.
Come ogni anno, i partecipanti seguiranno una metodologia di lavoro altamente collaborativa poiché ispirata al paradigma della ricerca-azione.”
 

In alto