Meteo

Sicilia, correnti nord-africane e caldo estivo nel weekend. Deciso calo termico tra il 18 e il 21 settembre

Il promontorio subtropicale, associato ad un flusso d’aria calda dal Nord Africa, favorirà condizioni atmosferiche tipicamente estive nel terzo fine settimana di settembre. Nelle prossime ore, infatti, una vasta saccatura interesserà il Mediterraneo occidentale: il passaggio della perturbazione numero 6 del mese di settembre alimenterà condizioni di maltempo al Centro-Nord, mentre la Sicilia, ancora ai margini della circolazione depressionaria e sul ramo ascendente della saccatura, risentirà degli effetti delle calde e secche correnti sahariane.

In un contesto stabile e prevalentemente soleggiato, nella giornata di sabato 16 settembre le temperature si attesteranno su valori sensibilmente superiori alle medie climatiche del periodo. Sotto la spinta dei venti meridionali (Libeccio, Ostro, Scirocco), le massime supereranno la soglia dei 30°C su gran parte dell’isola. Caldo intenso tra l’ennese orientale, la Piana di Catania e l’alto siracusano interno, ivi con punte di 34/36°C; valori analoghi, ma con una distribuzione irregolare in base all’orografia locale, anche in alcune località del versante tirrenico, interessate dai “venti di caduta” in discesa dai crinali montuosi delle Madonie e dei Nebrodi. Sulle coste meridionali (AG, CL, RG) e lungo i litorali ionici, la ventilazione sciroccale favorirà l’ingresso di aria più umida dal mare; le temperature non raggiungeranno picchi eclatanti, ma il caldo diverrà afoso. Condizioni meteo-marine favorevoli alla balneazione sullo Ionio e sul Tirreno orientale. Mossi il Canale di Sicilia ad ovest di Malta e il Tirreno occidentale.

Le temperature massime attese nella giornata di sabato 16 settembre dal modello numerico WRF elaborato da MeteoEtna.com: si prevedono picchi prossimi o superiori ai 34°C nella Piana di Catania e lungo il versante tirrenico.

La giornata di domenica 17 inzierà sulla falsariga di quella precedente. Al mattino condizioni calde e stabili ovunque, con il transito di qualche velatura poco significativa. Nella seconda parte della giornata, tempo in progressivo peggioramento sul versante tirrenico, tra le province di Trapani, Palermo e Messina, in concomitanza con la progressiva rotazione della venti. L’ingresso di aria più fresca e umida dal Tirreno – primo segnale del cambiamento del tempo che coinvolgerà la Sicilia nel corso della prossima settimana – favorirà la genesi di annuvolamenti e qualche pioggia pomeridiana a ridosso della dorsale dei Nebrodi. Continuerà indisturbato il bel tempo sulle restanti aree regionali: saranno ancora possibili punte di 35/37°C nella Piana di Catania. Poco mosso lo Ionio, moto ondoso in accentuazione sul Tirreno e sul Canale di Sicilia, mossi o molto mossi entro sera.

La nuova settimana riserverà sostanziali novità, quantomeno sotto il profilo termico: la fase dai connotati estivi avrà vita breve. Dopo aver interessato i settori occidentali del bacino del Mediterraneo, la saccatura nord-europea traslerà gradualmente verso sudest, spazzando il flusso d’aria calda di origine sahariana.

Con l’arretramento del promontorio subtropicale, lunedì 18 le temperature torneranno ad allinearsi alle medie climatiche del periodo; tra martedì 19 e giovedì 21 le correnti scandinave prenderanno definitivamente il sopravvento, apportando un ulteriore, sensibile calo termico: ci attendono valori dai sette ai dodici gradi inferiori ai picchi del weekend.

Andrea Bonina | MeteoEtna.com

In alto