Meteo

Sicilia, le prospettive meteorologiche del prossimo weekend: tempo a tratti uggioso sulla fascia orientale

Il vortice di bassa pressione che nella giornata di giovedì ha favorito la genesi di un sistema temporalesco di tipo ‘V-Shape‘ tra il Canale di Sicilia e lo Ionio tende rapidamente ad allontanarsi verso Levante e nelle prossime ore si porterà a ridosso dell’Egeo. Guadagnerà spazio l’anticiclone, al quale si assocerà un graduale aumento della pressione e del campo di geopotenziale: gli effetti sulle condizioni meteo, tuttavia, si mostreranno differenti tra un settore e l’altro dell’isola.

Nel fine settimana il sole tornerà a splendere sulle province centro-occidentali della Sicilia e sul versante tirrenico, in un contesto termico nel complesso gradevole nelle ore diurne e leggermente superiore alle medie climatiche del periodo, con massime prossime ai 15/16°C nelle località costiere. Condizioni meteo ancora incerte e spiccatamente variabili, invece, sulla Sicilia orientale, ancora esposta ad una circolazione relativamente fresca e umida da E/SE. Sotto una ventilazione compresa tra Levante e Scirocco, banchi di nubi medio-basse in ingresso dal mar Ionio raggiungeranno a più riprese il basso messinese, il catanese e il siracusano; ancora possibile qualche pioggia breve e localizzata, più probabile laddove interverrà la forzante orografica, con particolare riferimento al versante orientale dell’Etna e ai Peloritani per effetto dello stau. Mentre a Palermo prevarrà il sole, a Catania l’ombrello potrebbe ancora tornare utile, anche se per periodi limitati, senza alcun tipo di criticità e in un contesto di generale variabilità atmosferica.

Tra nubi e schiarite troverà ancora spazio qualche nevicata sull’Etna a partire dai 1500 metri di quota. Sulla base della dinamica prevista è ipotizzabile una situazione curiosa ma nient’affatto rara: la prevalenza di nuvolosità medio-bassa, assai difficilmente in grado di superare i 2000/2300 metri di altezza, potrebbe comportare cieli grigi e condizioni instabili a bassa quota e, viceversa, un prevalente soleggiamento sui settori sommitali del vulcano. Gli impianti sciistici presentano attualmente un abbondante innevamento e il manto nevoso supera il metro d’altezza sia a Piano Provenzana sia al Rifugio Sapienza. Stagione fortunata per gli appassionati degli sport invernali, ma non solo sotto il profilo meteorologico: dopo dieci anni, infatti, da domani si tornerà a sciare anche sulle Madonie nella suggestiva cornice di Piano Battaglia.

All’inizio della prossima settimana l’anticiclone presenterà i massimi tra la Mittel Europa e la Scandinavia, mentre in assenza di perturbazioni organizzate sul Mediterraneo la pressione si manterrà su livelli medi. In questo pattern sinottico insisterà una residua circolazione instabile dai quadranti orientali in grado di apportare ancora qualche annuvolamento sulla fascia ionica della Sicilia. Andrà decisamente meglio sulle province centro-occidentali e lungo la costa tirrenica. Giovedì l’ulteriore consolidamento dell’anticiclone potrebbe decretare un netto miglioramento anche per catanese, messinese e alto siracusano.

Dopo i reiterati eventi gelidi di gennaio e le piogge della prima decade di febbraio, per due terzi della Sicilia sta per aprirsi una fase più stabile e asciutta, la prima vera ‘pausa‘ di una stagione invernale 2016/2017 per larghi tratti rigorosa. Gli abitanti delle province orientali, invece, dovranno ancora attendere.

Andrea Bonina | www.meteoetna.com

In alto