Cronaca

Sporting Club Adrano – Cus Catania 100 – 87

100 e lode per l’Adrano Basket nel derby  con il Cus Catania, salvezza diretta più vicina.

Grande prova della squadra di coach Bonanno: nella partita  più importante dell’anno, esce fuori il “team spirit” che permette di sopperire all’assenza di Mauro Bascetta; i giovani avversari costretti a rincorrere sin dal primo minuto di gara, Mazzoleni porta i suoi all’unica parità (35-35) a tre minuti e mezzo dall’intervallo lungo; poi l’Adrano riallunga grazie all’attacco che produce 56 punti nella seconda metà di gara; Cus troppo nervoso, il tracollo a 4 minuti dalla fine con l’espulsione di Coach Guadalupi per proteste.

Partenza a tutto gas per l’Adrano, il 9-0 iniziale è il frutto della grande aggressività in tutte le zone del campo e della rapidità del gioco sostenuto dal play Ricceri, dalla velocità di Pennisi, Alescio e dalla duttilità di Dario Bascetta nell’inedito ruolo di pivot tascabile. Alla fine del primo quarto colpisce soprattutto il 10/15 da 2, (4/5 di Dario da 2) e i nove tiri in più dal campo rispetto al Cus. Guzman calamita 5 rimbalzi e una stoppata.

I ritmi frenetici però scaldano pure il Cus che ad inizio secondo quarto assesta un break di 8-1 iniziato e chiuso da Corselli, adiuvato da Mazzoleni e Lo Faro, 26-28. Adrano in attacco è Leanza in versione ariete, spesso prendendosi anche il fallo, 13 punti col 60% dal campo e Pennisi 4 pts.

 Inizia il one man show di Mazzoleni, immarcabile sul primo passo e da tre pur con le mani in faccia degli avversari (3/3 dai 6,75 mt) per l’unico pareggio (di cui sopra). Giorgio ristabilisce subito le distanze con un 2+1, Alescio si rende utile con un assist no look per Leanza. Due ingenuità di Fabrizio Amoroso, (2+1) concesso a Cuccia e Alescio tiro da tre anziché gestire il ritmo partita permettono al Cus  di andare all’intervallo sul 41-44.

Il terzo quarto parte con un altro strappo (7-0)  Adrano basket, propiziato da Dario Bascetta  in versione assistman per la mano calda di Damiano Russo (3/3 dalla lunga distanza nel quarto), il solito tiro di Pennisi dalla media distanza che si arrampica nel ferro ed entra, e il canestro di Bascetta da post su Cuccia che induce Guadalupi a chiamare time-out. Il canestro di Cuccia proteggendosi col ferro è invece l’unico sussulto, al quale segue il 61-47 Adrano grazie alla trance agonistica di Damiano Russo pure in versione assist man per Alescio, quest’ultimo anche autore di una stoppata –poster a Cuccia.

L’Adrano tira con un mostruoso 58% dal campo, Bascetta 4/4, come “il postino” Karl Malone! Alescio ne mette 7 al suo tabellino, ultimo l’arresto e tiro del 70-58 di fine quarto.

L’ultimo quarto è show time dello Sporting Club Adrano, 4/6 da tre e 30 punti realizzati, Alescio un tornado da 12 punti; Ricceri che segna da tre è come dire: mamma butta la pasta! nel Cus onore a Lo Faro, Cuccia, Mazzoleni, Elia invece  utilizza il suo talento al peggio possibile. Damiano Russo  in penetrazione e Alescio permettono di raggiungere il 100!

In alto