- La Gazzetta Catanese - http://www.lagazzettacatanese.it -

Sporting Club Adrano – Orlandina Lab 65 – 70

Clima partita influenzato da un articolo provocatorio  del giornalista Gi.La della Gazzetta del Sud, irrispettosamente svalutante la formazione di coach Bonanno. Anziché lasciar scivolare queste inutili considerazioni, la  pagina facebook dell’Adrano Basket ha dato risalto a questo fatto, sovraccaricando la sfida di tensioni, che si sono scaricate su giocatori e tifoseria locale, solitamente calda ma corretta.

Per quanto concerne la cronaca della partita, inizio a favore della formazione di coach Bonanno (11-5 al 4’) che difende forte e in attacco segna grazie alle penetrazioni di Mauro Bascetta, a Pennisi imbeccato da Ricceri in contropiede, Guzman servito da Alescio che così rimedia alla sua fallosità difensiva, e ancora Pennisi con un’azione che frutta un 2+1. L’Orlandina colpisce con sistematici lanci lunghi lob per Triolo 2+1 e con il lungo Labudovic  rapido nel fintare la conclusione e girare e tirare da sotto, con Guzman troppo lento per contrastarlo.

Il time out chiamato da coach Brignone frutta il contro break del sorpasso,  firmato Okiljevic 2+1 e Labudovic da sotto su passaggio di Triolo sfruttando il miss-match su Ricceri, e ancora Okiljevic 1/2 dalla lunetta. È l’onnipresente Pennisi a segnare ancora in penetrazione eludendo la difesa del lungo slavo, artigliare rimbalzi  in difesa e ripartire in attacco purtroppo non trasformando i tiri dalla lunetta.

13-11 punteggio fine primo quarto.

Secondo periodo inaugurato dal break ospite di 8-0 siglato in un amen da Ravì in arresto e tiro, Klanskis da 3, Okjlivic 2+1, troppa roba per Guzman.

Bomber Leanza inizia a bruciare la retella avversaria in arresto e tiro; gli replica  Triolo con un 2+1; Leanza segna altri 4 punti, il secondo canestro confezionato da Dario Bascetta con un assist dietro la schiena, 19-24 ospiti. Klanskis punisce con un punto l’antisportivo subito da Mauro Bascetta; Leanza fornisce un assist schiacciato a terra per Dario Bascetta, Alescio segna da tre; Dario passa a Guzman per il sorpasso 26-25.

L’Orlandina Lab comincia a segnar facile (7-0 di parziale) con tagli centrali nel pitturato, con il lungo Labudovic che segna nonostante l’aiuto di Alescio a Guzman; con transizioni veloci e tiro da tre di Starvaggi, e Ludovic imbeccato da Colica. Guzman produce un tiro fronte a canestro, Fazio gli risponde con un coast to coast per il 35-28 Orlandina alla pausa lunga. Secondo quarto dominato dalla squadra paladina col 67% dal campo che frutta 24 punti, col consueto predominio ai rimbalzi.

Il terzo quarto vede concretizzarsi la risposta dell’Adrano inaugurata dalla tripla di Pennisi e continuata dal fuoco offensivo di Leanza 9 punti con l’80% al tiro, Dario Bascetta eroico a rimbalzo (4) in versione centro “tascabile”.  Clamoroso 2/2 di Ricceri ai liberi!. L’Orlandina si affida alle bombe di Fazio e Ravì. 14-11 di parziale Adrano 42-46, Mauro Bascetta è gravato da 4 falli.

L’ultimo periodo si apre con l’assist di Ricceri per Dario del -2, seguito dal riallungo ospite frutto di buona circolazione di palla e tiri ad alta percentuale da tre 55%   complessivo e predominio in area. L’Adrano segna ancora con Alescio da sotto e Leanza in arresto e tiro 48-52. Triolo segna un pesantissimo tiro da tre a -6.17. L’attacco dell’Adrano “scade” nelle mani di Ricceri che si becca pure il tecnico per proteste. Labudovic serve un assist a Fazio solo sotto canestro 57-48 ospite. Dario  Bascetta arricchisce la sua prestazione con un assist per Aronne Alescio.  Un dubbio  fallo antisportivo su Ravì, sembra più sfondamento di quest’ultimo! accende  la dura contestazione della tifoseria. Ravì infila entrambi i liberi per il 59-50. L’Adrano si spinge rabbiosamente in attacco, purtroppo senza esito, Fazio sta per partire in contropiede, quando viene fermato da Pennisi con un’ intervento sanzionato con un antisportivo, Marco contesta la decisione e viene espulso  (-3.40). Fazio converte i due liberi . Leanza fa 1/2 ai liberi. Ravì cecchino infallibile da tre sigla il nuovo +11 (64-53). Fazio segue il suo tiro sbagliato e segna in tap-in. Alescio profitta della velocità delle azioni per segnare da 2,  8/11  in quest’ultimo quarto, l’Adrano risale a – 9. Ancora Leanza a un minuto dalla fine segna per il -5. L’Orlandina butta una palla alle ortiche, Adrano a -55 secondi segna con Alescio il -3, poi fallo alla disperata su Colica (1/2 ai liberi). Okjlievic segna il canestro del più 6 a -15 secondi con un tiro dalla media che mette fine alla contesa, Fazio fa 1 su 2 ai liberi, Mauro passa lungo per Alescio che segna il meno 5 finale 65-70.

L’Orlandina superiore da tre (8 bombe col 44%) contro le sole 3 dell’Adrano. Ben 19 tiri in meno tentati da 2 per la formazione di coach Brignone, che però ha avuto  18 liberi realizzati (64%) e 7 rimbalzi in più conquistati.

L’Adrano ha peccato di precisione  nei tiri liberi 4/11 36 % mentre è stata migliore degli avversari nel saldo palle perse/recuperate +4 , Orlandina -17. 21 falli commessi dalla formazione etnea contro gli appena 10 degli ospiti.

Sul piano individuale da menzionare nelle file locali la prestazione degli adraniti “ purosangue” Dario Bascetta autore di 4 punti, 7 rimbalzi, 3 assists, 2 palle recuperate per un 14 di valutazione, e di Giorgio Leanza autore di 20 punti in 25 minuti in campo, col 53% dal campo, 1 assist, e Mauro Bascetta 4 punti, 4 palle recuperate.  

 A seguito della partita, il giudice sportivo ha comminato una squalifica di due giornate a Mauro Bascetta per offese agli arbitri a fine partita; inibizione  al dirigente Giuseppe Palazzotto fino al 20 marzo; inflitto un’ammenda di euro 60 alla società sportiva per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri, Filesi e Massari di Chiaramonte Gulfi.

Riteniamo la coppia arbitrale  non esente da carenze nella gestione psicologica dei rapporti con giocatori e allenatori nel corso della partita, abusando sul piano tecnico di  falli antisportivi, (situazione  per la quale ci piacerebbe  aver chiarimenti da chi di competenza, sulle nuove regole Fiba con le loro interpretazioni, anche alla luce di altre partite viste quest’anno,  ad es. in Adrano- Torrenova, fischi coerenti ma parimenti errati per lo scrivente.