Cronaca

SS 284, l’assessore Falcone apre al raddoppio fino ad Adrano

L’incontro tra l’assessore Falcone e il comitato pro raddoppio della SS 284

Da diversi giorni il tema del raddoppio di un tratto della SS 284 è al centro del dibattito delle comunità interessate da questa importante arteria che collega i comuni di Paternò e Randazzo, passando per Santa Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano e Bronte

Negli anni passati un primo ammodernamento ha interessato la SS 284 nel tratto Bronte – Adrano, in territorio di Bronte, e tra qualche mese inizieranno i lavori che miglioreranno l’infrastruttura anche nel territorio adranita, da contrada Passo Zingaro allo svincolo di contrada Naviccia. Lavori che avranno come risultato l’ampliamento della carreggiata, la riduzione del numero di curve e, soprattutto, del numero di intersezioni.

Ad un incontro svoltosi a Biancavilla l’ANAS ha comunicato l’intenzione di intervenire nei prossimi anni anche sul tratto Paternò – Adrano, con il raddoppio delle corsie da Paternò a Biancavilla e l’ammodernamento del tratto Biancavilla – Adrano. 

Una notizia che ha scatenato non poche polemiche in quest’ultimo comune: l’essere stati scartati dalle ipotesi di raddoppio, tra l’altro in un tratto lungo pochi chilometri, non sembrerebbe spiegabile e da molti la scelta è stata letta più per una questione politica che di reale esigenza economica.

A mobilitarsi in modo particolare il Comitato territoriale Pro Raddoppio Ss 284, coordinato dal prof. Benedetto Torrisi, che ha tenuto un incontro ad Adrano per spiegare come dal punto di vista tecnico (in particolare analizzando i flussi veicolari) i presupposti per richiedere il raddoppio delle corsie fino ad Adrano ci siano tutti. 

Il comitato ha poi portato le proprie argomentazioni direttamente all’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone che ha ricevuto una delegazione presso la sede di Catania del Palazzo della Regione. 

L’assessore Falcone ha così preannunciato la convocazione di un apposito tavolo tecnico con i vertici di Anas: «Il Governo Musumeci intende far tesoro delle indicazioni che giungono dai cittadini – commenta Falcone – e per questo intende fare tutti gli approfondimenti tecnici e finanziari che la proposta del raddoppio fino ad Adrano rende necessari. Apriremo in concreto la discussione con Anas – ha concluso l’assessore – proprio affinché l’ipotesi venga valutata attentamente, trovando soluzioni economico-progettuali adeguate e scongiurando l’ingiustificabile penalizzazione di un territorio così vitale e produttivo».

In alto