Archivio

Stalker “di professione” colto in flagranza

Catania. Gli agenti del commissariato di Nesima hanno arrestato ieri Gioia Alfio Santo (cl. 1959), perchè colto in flagranza di reato di stalking, commesso in danno di una donna quarantenne. La donna, da diversi mesi, era vittima di diversi atti persecutori, minacce ed ingiurie da parte dell’uomo, che aveva poi esteso gli stessi trattamenti anche ai genitori della vittima, rei di aver difeso la figlia dalle sue ossessioni. Gioia non è nuovo a questi atteggiamenti, visto che già nel 2010 era stato arrestato per violenza sessuale e atti osceni e nel 2014 è stato condannato per maltrattamenti in famiglia.

Appostamenti sotto casa e nel luogo di lavoro, sms di amore e di minacce avevano costretto la quarantenne a chiedere al padre la sua “scorta” durante gli spostamenti, fino alla decisione di denunciare. Immediato il provvedimento di ammonimento per lo stalker, emanato dal Questore, ma non è bastato a tenere lontano Gioia dalla sua vittima. Cosi, ieri, dinanzi alla richiesta di aiuto della donna per un nuovo appostamento dell’uomo sul luogo di lavoro, gli agenti lo hanno potuto sorprendere ed arrestare, prima di tradurlo nel carcere di piazza Lanza.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

GIOIA

In alto