Eventi

“Sulle fronde”: prossimo fine settimana all’insegna della creatività e teatro di narrazione

Prossimi appuntamenti di “Sulle fronde” sabato 18 Agosto “Creatività”, laboratori d’arte e scrittura creativa per ragazzi dai 6 ai 13 anni e domenica 19 Agosto, teatro di narrazione: “La grande onda” opera inedita scritta e interpretata da Stefano Francesco Russo 

Prosegue con successo la seconda edizione di “Sulle fronde” (rassegna di musica, poesia, teatro e creatività) a cura di Grazia Calanna e Laura Cavallaro che (ingresso libero) realizzata con il patrocinio del Comune di Milo (Sindaco, Alfio Cosentino, e Assessore alla Cultura, Francesca Strano). Inaugurata con l’evento “Yoga e Musica”, esperienza sensoriale di ascolto a cura di Antonella Sgroi del “Centro Fiore di Loto” di Giarre, accompagnata dai magici suoni dello Spacedrum di Armando Xibilia, proseguita con “Versi Inazzurrati” (letture con i poeti: Maria Allo, Elisa Irene Anastasi, Maria Gabriella Canfarelli, Chiara Carastro, Orazio Caruso, Fabrizio Cavallaro, Giuseppe Condorelli, Livio Cortese, Gianluca D’Andrea, Gianluca Fùrnari, Vincenzo Galvagno, Dario Matteo Gargano, Maurizio Giudice, Andrea Italiano, Antonio Lanza, Alfio Patti, Maria Rita Pennisi, Daniela Pericone, Pietro Russo, Angelo Santangelo, Caterina Scopelliti, Paolo Sessa, Lina Maria Ugolini e Mariagiorgia Ulbar) e con la II edizione del Premio Arte e Poesia “L’Albero Creativo”, con i bambini delle scuole elementari di Milo, presegue con altri due appuntamenti: sabato 18 Agosto “Creatività”, laboratori d’arte e scrittura creativa per ragazzi dai 6 ai 13 anni (ore 18.00 Museo Multimediale Piazza Municipio, Milo) e domenica 19 Agosto, teatro di narrazione: “La grande onda” opera inedita scritta e interpretata da Stefano Francesco Russo (ore 20.30 Largo dei Mille Milo).

Siamo molto soddisfatte – dichiarano la Calanna e la Cavallaro – della partecipazione e dell’interesse registrati nei confronti di questa nostra iniziativa volta, per il secondo anno consecutivo, alla promozione della cultura, sì, ma precipuamente alla promozione della consapevolezza soprattutto nei più giovani; consapevolezza certamente acquisibile mediante le lenti della creatività, dell’ascolto, del confronto e della condivisione”. *

 

 

In alto