Archivio

“Take a sense of business”, gli studenti capovolgono il dipartimento di economia e impresa di Catania: inizio della scalata al vertice degli start-up -eco-system mondiali?

Il breve ciclo seminariale organizzato dal Capitt dell’Università di Catania e dal suo presidente Rosario Faraci, per far conoscere strumenti e tecniche per la presentazione di progetti imprenditoriali, nell’ambito di Start Cup Catania 2015, ha messo in vetrina alcuni dei  migliori talenti dell’ateneo catanese, i quali hanno saputo ben interpretare il ruolo di protagonisti.

Gabriele Fazio, Angela Gugliotta, Daniele Pecoraro, Danila Pelligra, dal “basso” delle loro brillanti partecipazioni ai contest di Start-up your business e start up Academy, hanno curato l’organizzazione dell’evento, davvero ricco di strumenti, approfondimenti, testimonianze delle Start-up che ce l’hanno fatta.

Gli altri membri dei team hanno presentato i  progetti che hanno vinto i contest primaverili dell’università di Catania, tra questi Giorgio di Cataldo (Meishi –easy network for easy business), Danilo Gatto (NC Ingegneria edilizia)o che si sono posizionati immediatamente alle loro spalle (SEEREN PHONNECT).

Federica Galfo ha illustrato la sua tesi di laurea sulla tematica Internet of Things; il creative strategist marketing Lorenzo Guarnera ha fatto toccare ai partecipanti il marketing 3.0; Alessandro La Rosa ha invece affrontato l’argomento dell’utilizzo dei social media e del come si vende; Sergio Serafini ha mostrato il progetto “Gifsitter” vincitore del premio Working Capital.

C’è stato spazio per lavori di gruppo con modalità “get to know each other”, e la distribuzione di strumenti quali il business model canvas, swot analysis, revenue e monetization model, leans canvas, matrice Bcg.

Si sono proiettati molti video, alcuni dei quali centrati sui più evoluti ecosistemi di start- up europei, Barcellona, Berlino…… Catania? La distanza da questi modelli è ancora molta, ma proprio per questo le potenzialità di sviluppo sono maggiori, basta coglierle; la concretezza, l’umiltà, l’intelligenza, l’entusiasmo di questi ragazzi ci farà decollare!

Pietro Benina

take sense business

In alto