Archivio

Tennis: Schilirò protagonista dell’estate 2014

Nico_Schilirò

Continua a dare soddisfazioni il fuoriclasse siciliano del tennis Nico Schilirò, classe 1998, che è stato uno dei maggiori protagonisti dell’estate tennistica 2014. L’atleta della squadra Junior Tennis Acicastello, seguito dal maestro Sergio Rizzo in collaborazione con Gianmarco Zammataro, lo scorso mese di luglio ha conquistato il titolo di campione regionale Under 16 (negli anni passati era stato ben due volte campione regionale Under 14). Ad agosto è la volta dei tornei Open. A Modica, dal 3 al 17, partecipa al Memorial “Roberto Di Tommasi“, torneo con un montepremi di 1500€, dove giunge fino in semifinale. Ad eliminarlo è stato il forte Ettore Zito (che studia e si allena negli USA, dove è il n. 80 nel ranking assoluto), poi vincitore del Torneo, con il punteggio di 7/5 – 7/5. Conclusa l’esperienza di Modica parte in direzione Gela per il “Torneo Moriconi” (15-30 agosto), il più prestigioso in Sicilia dopo i Campionati Siciliani Assoluti grazie al suo montepremi di 2000 €. A contendersi l’Open vi erano i migliori atleti siciliani e Schilirò elimina Gabriele Lumera (4/6 – 6/3 – 6/2), Davide Ragonese (6/2 – 6/1), Renè Intile (6/3 – 6/1) in semifinale il campione uscente Lele Sammatrice (6/4 – 6/4)  e vince la finale contro il ventiduenne Stefano Platania con il risultato di 6/2 – 6/1 acquisendo, con grande merito, gli applausi e gli onori di tutti i presenti. Gli straordinari risultati accumulati da Schilirò gli danno l’accesso ai campionati nazionali Under 16, che si sono svolti a Barletta dal 2 al 7 settembre, con la presenza di 128 partecipanti provenienti da ogni parte dello stivale. La corsa di Nico si conclude agli ottavi contro il fortissimo Giorgio De Rossi, poi risultato finalista. Il risultato è comunque soddisfacente per il giovane talento di Adrano che si conferma tra i primi 16 a livello nazionale nella sua categoria.

Gli allenamenti di Nico continuano in vista di tre tornei Open in cui gareggerà a partire dal prossimo 15 settembre, in Lombardia. “Siamo sempre più orgogliosi dei risultati di Nico – afferma il padre Antonino Schilirò – siamo certi che raggiungerà risultati sempre migliori. Io e mia moglie stiamo portando avanti questo ragazzo con grossi sacrifici economici e con rammarico continuo a notare l’indifferenza delle istituzioni, in primis il comune di Adrano, che ci lasciano soli. Un talento del genere andrebbe sostenuto e valorizzato”.

In alto