Politica

Tremestieri Etneo, il consiglio comunale dice no a tariffazione puntuale e ritiro domiciliare dei rifiuti per i disabili

movimento-5-stelle

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Nella seduta del consiglio comunale di martedì 22 dicembrerelativamente al punto che riguardava la “Gestione integrata dei Rifiuti” e sulla Rimodulazione del “Piano d’Intervento” ed “Approvazione Capitolato Speciale D’appalto” del Comune il consigliere e portavoce del Movimento 5 Stelle di Tremestieri, Domenico Di Guardo, ha presentato un emendamento che mirava ad introdurre la “tariffa puntuale” per la raccolta dei rifiuti indifferenziati.
Il principio e la praticità della proposta sono elementari: mirano a fare pagare di più chi ricicla meno e quindi, attraverso codici identificativi personali ed elettronici, ormai di largo utilizzo in tutti i paesi che con profitto e da tempo raccolgono alte percentuali di rifiuti differenziati, fare corrispondere un prezzo più elevato a chi produce maggiori quantità di rifiuti indifferenziati. Questo anche in risposta al richiamo della Giunta ad essere propositivi dopo che abbiamo, per l’ennesima volta, richiamato a mezzo stampa l’attenzione del Sindaco sull’esistenza di diversi accumuli abusivi di rifiuti e d’amianto nella Via Palmentazzo. In questa, come in altre innumerevoli occasioni,  il Movimento ha voluto testare il grado di risposte produttive alle proposte pentastellate. Niente da fare. Anche questa volta, il Consiglio, con un pretesto tecnico, ha respinto l’emendamento sull’introduzione della “tariffa puntuale” (condiviso anche da altri consiglieri d’opposizione), dopo una sospensione di circa 20 minuti che cmq non aveva lasciato ben sperare per l’accoglimento. La questione è stata liquidata con una pretestuosa motivazione secondo la quale l’accoglimento della “tariffa puntuale” non è possibile in assenza di piano d’ambito di competenza della S.R.R. (Società per la Regolamentazione del Servizio di Gestione Rifiuti). Questo parere negativo è infondato poiché il Comune ha competenza specifica sulle tariffazioni e le loro modalità.  Inoltre il Movimento aveva ritenuto giusto sottoscrivere una mozione con tutti i consiglieri d’opposizione che richiedeva la continuazione del servizio di raccolta a domicilio per gli utenti con invalidità o disabilità che ne impediscono il conferimento al limite del confine di proprietà. Anche questa mozione è stata bocciata dalla maggioranza che costringerà i cittadini più bisognosi al conferimento (per chi potrà farcela chissà come) in questa situazione di estremo disagio.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto