Archivio

Un catanese a Coverciano: il sogno, quasi realtà, di diventare allenatore professionista – di Ornella Fichera

Giuseppe Anastasi punta in alto nel mondo del calcio e lo fa sognando una panchina professionistica. Recentemente, infatti, il 41enne allenatore catanese è stato ammesso al corso di Coverciano per ottenere il patentino di allenatore professionista di seconda categoria – Uefa A, che gli consentirà di avere l’abilitazione per guidare squadre di Lega Pro, Lnd e di ogni categoria a livello giovanile.
In panchina Anastasi ha già vinto tanto. Svariate le promozioni al suo attivo con diverse sqaudre come Aci Sant’Antonio (dalla Promozione all’Eccellenza), Palazzolo (dall’Eccellenza alla serie D), Siracusa (dall’Eccellenza alla D). Alla guida della San Pio X ha vinto anche la coppa Italia regionale in Eccellenza ed è stato finalista della coppa Italia nazionale.
L’ultima esperienza a Siracusa, poi uno stop per scelta, proprio per ottenere il patentino “Uefa A” e provare a scalare le vette del calcio professionistico.
Da giocatore, Anastasi è stato un punto di forza e un prodotto dell’Atletico Catania di Franco Proto (con cui ha sfiorato, giovanissimo, l’approdo in B). Ha militato anche nell’Atletico Leonzio e giocato varie stagioni in A fra Lecce e Verona. È stato in B col Foggia, ed in C anche con Acireale, Imolese, Fermana e Vittoria.
L’ambizioso allenatore sarà in Toscana 4 giorni alla settimana per 5 settimane:

«E’ normale – spiega – che nella vita si miri a crescere sempre. Ho ottenuto penso buoni risultati a livello dilettantistico, spero di potermi ripetere fra i professionisti. L’obiettivo, uscito dal corso della Figc, è quasi scontato: trovare una squadra in Lega Pro. L’ambizione è giusta e naturale, soprattutto alla mia età, poi tutto dipende ovviamente dalle opportunità che arrivano».

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto