Cronaca

“Uniti per la salvezza della sede Inps di Paternò”

Un pomeriggio di sano confronto quello di oggi a Palazzo Alessi su un tema tanto delicato quanto scottante. A tener banco, nelle ultime settimane a Paternò, la questione legata al potenziale trasferimento della sede Inps di viale dei Platani a Bronte. Sebbene ancora non ufficiale, la notizia ha scosso le coscienze portando alla nascita di un comitato spontaneo di cittadini che, tramite una campagna social lanciata sulla piattaforma Facebook, sta provando a scongiurare lo spettro della chiusura della sede paternese.

Oggi un’assemblea cittadina, moderata da Valentina Borzì (rappresentante del comitato) ha visto coinvolti i cinque candidati a sindaco della città, Mauro Mangano, Anthony Distefano, Nino Lombardo, Nino Naso, Salvo La Delfa. Ciascuno, nel proprio intervento, ha manifestato di voler contribuire in sinergia e comunione d’intenti nella nuova, ennesima, battaglia che Paternò deve fronteggiare. Dopo alcuni reparti del presidio ospedaliero SS.Salvatore, dopo il tribunale, la Serit, ancora un altro servizio rischia di essere spazzato via.

Venerdi a partire dalle 10, anche loro assieme ad una delegazione di cittadini di Paternò e Adrano (anche quì la sede Inps rischia di chiudere battenti) saranno presenti al sit-in dinanzi la sede Inps di Paternò.

Obiettivo comune: Salvare le sedi Inps di Paternò e Adrano.

In alto