Sport

Venezia-Catania 2-1: passano i veneti ma Camplone è soddisfatto

Finisce al secondo turno l’avventura del Catania nella Coppa Italia TIM. I rossazzurri di Camplone, infatti, sono stati sconfitti per 2-1 dal Venezia, società che milita in Serie B.

Nonostante la sconfitta, però, il gruppo etneo rientra in Sicilia soddisfatto per la prestazione disputata e con un leggero rammarico se solo un pizzico di fortuna in più non avesse fatto fermare il tiro di Di Molfetta sulla traversa a 20 minuti dalla fine.

Il Catania, infatti, è stato in gara per tutta la partita e pur essendo passato in svantaggio dopo appena 4 minuti (colpo di testa dell’argentino Zuculini che batte Furlan al termine di una bella azione), era stato capace di riorganizzarsi e di mettere in difficoltà i padroni casa.

A 2 minuti dalla fine del primo tempo, poi, su corner di Lodi, Tommaso Silvestri saltava più in alto di tutti e pareggiava i conti mandando le due squadre negli spogliatoi con il punteggio di 1-1.

Nella ripresa il Venezia partiva nuovamente forte e dopo 10 minuti trovava il nuovo vantaggio grazie ad una splendida punizione calciata da Aramu che scavalcava barriera trafiggendo Furlan.

Il Catania, comunque, non si perdeva d’animo e solo uno strepitoso intervento del portiere lagunare Lezzerini impediva a Curiale di bissare il goal realizzato appena 2 giorni fa contro il Cagliari.

Infine la traversa di Di Molfetta che con un gran tiro forte e teso centrava il legno superiore della porta avversaria.

Al fischio finale applausi per i padroni di casa che hanno superato il turno, ma complimenti anche ai rossazzurri che escono a testa alta dalla competizione.

A fine gara, Mister Camplone ha rilasciato le seguenti dichiarazioni raccolte dal sito ufficiale della società rossazzurra: “Abbiamo avuto un inizio così così, ci poteva stare, ma ci siamo ripresi; è stata una bella gara, a viso aperto, senza tatticismi e con diverse occasioni: sono soddisfatto della prestazione. Il processo di crescita c’è ed è evidente, ma dobbiamo continuare a lavorare con intensità, per migliorare ulteriormente. L’aspetto migliore della nostra partita? La forza di reagire e la quantità di occasioni create, traversa inclusa, con almeno due interventi decisivi del portiere avversario. La tappa d’avvicinamento alla miglior condizione è stata completata, mettiamo minutaggio, stiamo lavorando sulla velocità e sulla qualità più che sulla quantità, in questa fase. Le nostre ambizioni in campionato? Proveremo a vincere, la squadra è costruita per questo: non sarà facile, c’è una grande concorrenza con squadre molto attrezzate ma noi siamo nel gruppo e ce la giocheremo. Dionisi ha sottolineato la qualità dei nostri calciatori? La nostra è una squadra molto tecnica, in avvio come detto eravamo un po’ contratti ma i ragazzi oggi hanno dato tutto, usciamo da questa competizione a testa alta”

In alto