Politica

Verso la costituzione di un nuovo GAL tra comuni di sud-est Etna

Per l’avvio delle procedure è stato organizzato un incontro  tra i sindaci dei comuni di Mascalucia, Tremestieri Etneo, San Pietro Clarenza, Camporotondo e San Giovanni La Punta.

Il sindaco Leonardi: «Un progetto importante che inizia già da questo incontro. Vogliamo costituirci come Gal e accedere a finanziamenti importanti dall’Europa»

Mascalucia, 17 marzo 2016 – Attribuire alle realtà locali potenzialità di sviluppo locale, gestendo le risorse. Il processo è quello supportato da un Gruppo di Azione Locale (GAL) costituito da soggetti pubblici e soggetti privati. E proprio per avviare le procedure per la costituzione del GAL si è svolto, nell’aula consiliare del Comune di Mascalucia – tra i sindaci dei comuni di Mascalucia, Tremestieri Etneo, San Pietro Clarenza, Camporotondo e San Giovanni La Punta – un incontro finalizzato alla costituzione di un partenariato che punterà a sviluppare una strategia di sviluppo locale comune, nell’ambito della metodologia CLLD_ LEADER, che trova ampio spazio nel Programma di Sviluppo Rurale Sicilia da poco approvato dalla Commissione Europea.

A fare gli onori di casa è stato il sindaco di Mascalucia, Giovanni Leonardi e il vice sindaco e assessore alle Attività produttive Fabio Cantarella, che segue da vicino il progetto; presenti Santi Rando, sindaco di Tremestieri Etneo; Filippo Privitera, sindaco di Camporotondo Etneo; Nino Bellia, sindaco di San Giovanni la Punta e l’assessore Emiliano Licandro in rappresentanza del sindaco di San Pietro Clarenza, Giuseppe Bandieramonte. In linea con i rappresentanti dei comuni limitrofi il sindaco Giovanni Leonardi ha sottolineato la necessità di creare sinergie utili a supportare le istanze territoriali locali.  «Un progetto importante che inizia già da questo incontro. Vogliamo costituirci come Gal e accedere a finanziamenti importanti dall’Europa. Quello compiuto è un primo passo, ma sono felice di avere trovato un grande consenso con i sindaci dei comuni limitrofi perché intendiamo dotarci di uno strumento importante per lo sviluppo del nostro territorio».

All’incontro ha preso parte l’ Ing. Nino Paternò, esperto di processi di sviluppo locale, il quale ha illustrato alcune delle opportunità messe in campo dalla Programmazione Comunitaria 2014/2020 per le comunità locali. In particolare, l’esperto ha descritto le potenzialità del metodo CLLD-LEADER ( Community Led Local Development – Liacon entre actions de development rural), uno strumento sostenuto dal FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale ) «in grado di consentire alle comunità locali le decisioni su come utilizzare le risorse previste dal Programma di  Sviluppo Rurale Sicilia. Quindi non più decisioni dall’alto sull’utilizzo di tali risorse, ma è la realtà locale che decide in merito».

«Stiamo investendo sul futuro dei nostri figli, il Gal porterà investimenti e quindi sviluppo, ma soprattutto inciderà sul modo di pensare e agire. Dobbiamo cambiare mentalità, fare un salto di qualità e pensare in grande. Mascalucia sarà protagonista del rilancio di Mascalucia. Così come Tremestieri, San Giovanni La Punta, San Pietro Clarenza e Camporotondo» conclude il vice sindaco, Fabio Cantarella.

La piena  condivisione, espressa  da parte di tutti i sindaci presenti,  condurrà nel mese di aprile, all’ organizzazione di un’ importante conferenza che avrà l’obiettivo di sensibilizzare e stimolare le comunità locali sull’argomento coinvolgendo in tale processo le Autorità Regionali competenti.

 

 

In alto